L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 6 agosto 2011

BUGIARDI impossibile il pareggio di bilancio possibile la stabilizzazione del debito


Un governo alla deriva

Mercoledì 3 agosto abbiamo ascoltato alla Camera alle 17.30 il Presidente del Consiglio del governo Tremonti-Berlusconi che per l'ennesima volta ci diceva che tutto andava bene, tutto era sotto controllo grazie alla manovra economica di macelleria sociale e di classe che aveva fatto.

Brodetto caldo.

Il giorno dopo, 4 agosto, grande incontro con le parti sociali, soluzioni tutte rinviate a settembre.

La montagna partorisce il topolino.

La camera chiude i lavori per un mese nella gravissima crisi finanziaria .

La realtà incombe il governo Tremonti-Berlusconi e Il Parlamento fanno marcia indietro e di oggi la notizia che si anticipa la manovra economica di macelleria sociale e di classe solo in questo modo il nostro Presidente della Bce Trichet acquista i Bot e similari italiani. Le Camere riaprono i lavori.
Un ricatto odioso che ci fa capire come gli Interessi Consolidati Europei si muovono. Difesa dei loro interessi sulla pelle del popolo italiano, facendolo diventare sempre più povero e privo di prospettive.
Impossibile accettare questi giochi di Palazzo. Pretendiamo la tassazione sulle transazioni finanziarie e la tassazioni sui patrimoni di 79o.000 euro all'anno. La verifica fiscale di chi possiede barche, cavalli e macchine di grossa cilindrata.

martelun@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento