L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 8 giugno 2014

Corea del Nord, scrivere stupidaggini e farle girare, ci saranno sempre degli utili idioti che ci crederanno


Corea del Nord. Arrestato cittadino Usa perché con sé portava una Bibbia

Un cittadino statunitense, Jeffrey Edward Fowle, è stato arrestato in Corea del Nord, dove era entrato con un visto turistico il 29 aprile scorso, per aver "tenuto una condotta inappropriata rispetto allo scopo del suo viaggio".
Corea del Nord. Arrestato cittadino Usa perché con sé portava una Bibbia-Redazione- Un turista statunitense è statoarrestato in Corea del Nordper motivi sconosciuti. Lo ha confermato la Kcna, l’agenzia di stampa nazionale nordcoreana, secondo la quale "Un uomo chiamatoJeffrey Edward Fowle è entrato nel paese il 29 aprile e si è stato fermato per essersi comportato in modo contrario agli scopi del turismo".
"Le autorità competenti lo hanno preso in custodia e interrogato", scrive la Kcna nel dispaccio.
Le fonti diplomatiche hanno riferito che l'uomo, che faceva parte di un gruppo, è stato arrestato a metà maggio, poco prima di lasciare il Paese.
Le autorità del regime non hanno ancora dichiarato quali sono le accuse a carico di Fowle, ma, secondo l'’agenzia di stampa giapponese Kyodo, Fowle è statoarrestato per aver lasciato una Bibbia nella sua camera d’albergo a Pyongyang.
Attualmente sono tre, i cittadini statunitensi detenuti dal regime di Kim Jong-un. Tra questi Kenneth Bae, un missionario cristiano condannato a 15 anni di lavori forzati per aver “tentato di rovesciare il governo”. Un altro cittadino statunitense,Matthew Todd Miller, è stato incarcerato due mesi fa dopo aver detto alle autorità locali che non era un turista e che considerava Pyongyang "un rifugio".
Il 20 maggio scorso, il governo Usa ha esortato i suoi cittadini a non recarsi in Corea del Nord, menzionando i rischi di arresti arbitrari e di detenzione a lungo termine.
Secondo il Washington Post, dal 2009 le autorità nordcoreane hanno arrestato almeno nove cittadini statunitensi. La Corea del Nord usa la detenzioni di cittadini stranieri come merce di scambio diplomatico. In passato diversi presidenti, tra cui Bill Clinton, si sono recati a Pyongyang per garantire il rilascio dei detenuti statunitensi.

Nessun commento:

Posta un commento