L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 10 giugno 2014

Monte dei Paschi di Siena, oltre l'aumento di capitale ottiene di rinviare il pagamento degli interessi, dal Tesoro, sui "Monti bond"

AUMENTO DI CAPITALE MONTE DEI PASCHI DI SIENA: CHE FARE? INNANZITUTTO NON FARSI PRENDERE PER FESSI

 

AUMENTO DI CAPITALE MONTE DEI PASCHI DI SIENA: DICONO CHE E’ BOOM MA SE SI FANNO 2 CONTI DELLA SERVA INVECE…..scoprite il solito trucco degli aumenti di capitale diluitivi e questo boom è tutto da dimostrare se si fanno 2 conti: se io avevo 1000 azioni MPS venerdi’ avevo al prezzo di chiusura di 24,31 un controvalore di 24310. Oggi ho 1000 azioni e 1000 diritti.
I diritti alle ore 15 di lunedì 9 giugno sono scambiati e valgono ora 21,36 euro quindi se li vendo ricavo 21360 euro. Se anche il titolo aprisse a + 20% teorico a 1,8 euro ricavo 1800 quindi 1800 euro + 21360 totale 23.160. Ma io venerdi’ ne avevo 24.310 quindi perdo più di 1000 euro (quasi il -5%).
Eppure ora tutti i siti e giornali domani scriveranno che MPS fa boom così tanto per incitare i piccoli azionisti a sottoscrivere e che tutto va alla grande. A chi colloca l’aumento basta muovere il titolo quotato per fare gran scena (e sono maggiori i titoli che arrivano invece dall’aumento di capitale) e peraltro la Consob ha vietato le vendite allo scoperto “nude” che farebbero sparire questa anomalia e questo trucchetto… O sbagliamo qualcosa?
La Consob dice che “monitora” ma non è la stessa Consob che da anni dice che non si dovrebbero fare aumenti di capitale così “furbetti” e che vieta le vendite allo scoperto che eviterebbero proprio questo effetto illusorio?
Aumento di capitale, noi non ci siamo dentro (e ne siamo felici)
Ci scrivono poi  diversi risparmiatori per chiedere la nostra opinione su che fare riguardo questo aumento.
Semplice: il titolo Monte dei Paschi di Siena non è in alcuno dei nostri portafogli BorsaExpert.it o MoneyExpert.it e pertanto non consiglieremo nulla in merito.
Nel nostro modo di operare non facciamo previsioni sui titoli ma seguiamo una strategia disciplinata e basata su delle regole (che ci hanno consentito in questi anni peraltro di ottenere risultati migliori del mercato) che ci fanno preferire i titoli in tendenza fortemente positiva in cima al nostro ranking e con trend di breve-medio rialzista.
Il titolo MPS è da qualche settimana in alcuni dei nostri portafogli in posizione LONG ovvero con trend di breve-medio periodo rialzista ma in posizione troppo bassa nel nostro ranking per entrare a far parte dei nostri portafogli visto che altri titoli rispondono ai requisiti richiesti. E ogni settimana valutiamo tutti i titoli in base a questi criteri, potendo modificare i titoli oggetto della nostra selezione.
Inutile dire che se in questi anni avessimo seguito su un titolo come MPS un approccio statico avremmo fatto perdere ai nostri clienti anche oltre il 90% del proprio patrimonio investito sul titolo e questo rafforza la nostra idea che non esistono giudizi buoni “ora e per sempre” e l’unico modo per approcciarsi correttamente in modo disciplinato agli investimenti sia farlo con una strategia magari anche non esente da falsi segnali ma che dia sempre segnali sia di entrata che di uscita e non basate su scelte discrezionali o basate su previsioni.
Riguardo il titolo MPS va poi osservato che l’aumento di capitale è veramente importante visto che se si possiedono per esempio 100 azioni MPS al prezzo di chiusura di venerdi’ corrispondenti a un capitale di 2431 (24,31 x 1000 azioni) occorrerà sborsare per sottoscrivere interamente l’aumento di capitale quasi il doppio della cifra (214 nuove azioni ogni 5 al prezzo di 1 euro) ovvero 4280 euro.
E questo significa aumentare in modo importante (quasi triplicando) l’esposizione sul titolo: un aspetto da considerare attentamente ai fini della diversificazione del proprio patrimonio.
https://www.moneyreport.it/report-articoli/aumento-di-capitale-monte-dei-paschi-di-siena-che-fare-innanzitutto-non-farsi-prendere-per-fessi/11538

Nessun commento:

Posta un commento