L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 16 novembre 2014

il Pd autorizza le multinazionali a bucherellare l'Italia, pagliacci al governo

Sblocca Italia: Lega, contro trivelle nella Bassa pronti a occupare cantieri


“Se il governo autorizza le trivelle nella bassa terremotata, siamo pronti a occupare i cantieri”. Parola del segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini e del candidato alla presidenza della regione Alan Fabbri che oggi, in tour tra le aziende terremotate del cratere, ha dichiarato guerra allo Sblocca Italia. “Con gli articoli 37 e 38 la competenza sulle perforazioni rischia di passare a Roma. Finisce in fumo tutto il lavoro di Lega Nord, comitati, la battaglia portata avanti dal nostro consigliere Manfredini contro il deposito gas di Rivara. E pure sono vanificate le delibere dei consigli comunali contro il progetto”.
A questo riguardo Fabbri ricorda che Bondeno, il comune di cui è sindaco, fu uno dei primi comuni dell’alto ferrarese a “dire no’” al deposito di stoccaggio gas. “Se domani Renzi si sveglia e decide che vuole le trivelle, nella bassa terremotata inizieranno a trivellare, è follia pura”. “Ci teniamo pronti, nel caso, a occupare i cantieri. Il Pd sta coi poteri forti, giocando sulla pelle dei terremotati, ma siamo pronti a tutto per impedirglielo”.
Fabbri, da presidente, ha già annunciato che presenterà ricorso alla Consulta contro lo “Sblocca Italia” che contiene anche – all’articolo 35 – la norma importa-rifiuti dal sud. “E’ una porcheria che vogliamo fermare a tutti i costi”

http://www.adnkronos.com/fatti/politica/2014/11/15/sblocca-italia-lega-contro-trivelle-nella-bassa-pronti-occupare-cantieri_pbyThYXgovUrv1uXRuBbDP.html

Nessun commento:

Posta un commento