L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 10 gennaio 2015

Fichte, Hegel, Marx e Gentile, l'idealismo defatalizza l'apparente oggettività del mondo oggettivo mostrandone la genesi soggettiva


Eventi | venerdì 09 gennaio 2015, 17:08
“Quale futuro per l’Europa?”.
Un incontro su temi economico-filosofici a Borgo San Dalmazzo

Lunedì 12 gennaio nel salone consiliare appuntamento con Diego Fusaro e Federico Nicolaci

ADVERTISEMENT


Il Comune di Borgo San Dalmazzo organizza lunedì 12 gennaio un dibattito di carattere economico – filosofico dal titolo “Quale futuro per l’Europa?”. Si terrà nel salone consiliare alle 21 e vedrà come relatori Diego Fusaro e Federico Nicolaci. L’ingresso è libero.

Diego Fusaro (Torino, 1983) dal 2011 è Ricercatore in Storia della Filosofia presso la facoltà di Filosofia dell'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. È direttore (insieme a Jacopo Agnesina) della collana filosofica "I cento talleri". Ha fondato e dirige uno dei principali siti internet italiani di Filosofia ("La filosofia e i suoi eroi", www.filosofico.net). È direttore (insieme a Luca Grecchi) della rivista filosofica Koinè e (insieme ad Andrea Tagliapietra) della collana "Biblioteca di Filosofia della Storia" dell'editore Mimesis. I suoi interessi di ricerca orbitano intorno alla storia della filosofia e alla filosofia della storia, con attenzione per il pensiero di Fichte, Hegel, Marx e Gentile e per la “storia dei concetti” tedesca.

Federico Nicolaci (1985) è Dottorando presso la facoltà di Filosofia dell'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. E’ stato allievo di Massimo Donà, con cui ha conseguito la laurea specialistica. Dopo aver approfondito lo studio della lingua e della filosofia tedesca presso la Albert-Ludwigs Universität di Friburgo, ha recentemente conseguito un Master in Politics and Government in the EU presso la London School of Economics, mosso dal desiderio di approfondire la relazione tra la politica contemporanea e il pensiero filosofico.

La sua ricerca di concentra sui temi di metafisica, teologia, estetica e politica, ai quali è stato introdotto da maestri quali Massimo Cacciari, Enzo Bianchi, Emanuele Severino e Massimo Donà.

http://www.targatocn.it/2015/01/09/leggi-notizia/argomenti/eventi/articolo/quale-futuro-per-leuropa-un-incontro-su-temi-economico-filosofici-a-borgo-san-dalmazzo-1.html

Nessun commento:

Posta un commento