L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 21 febbraio 2015

NoTav, l'Imbecille al governo persevera su un'opera inutile, costosa e dannosa


Torino-Lione, è arrivato il via libera del Cipe

Oggi ,alle 14, corteo da piazza Statuto dei sindaci valsusini contro la Tav
Sindaci della Valsusa contrari alla Torino-Lione
20/02/2015
Matteo Renzi ieri ha presieduto la riunione del Cipe (il Comitato interministeriale per la programmazione economica) che ha dato il via libera al progetto definitivo della tratta internazionale della Torino-Lione. Era una delle condizioni necessarie per ottenere il contributo dell’Unione Europea che può arrivare fino al 40 per cento del costo complessivo dell’opera stimato in 8,6 miliardi. Il via libera del Cipe permette anche di sbloccare il fronte delle compensazioni per il territorio.

«La prima tranche di 2 milioni, sui dieci previsti, relativa al 2013 sarà liquidata nei prossimi giorni» fa sapere l’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco. Secondo il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, si tratta di «un grande risultato» frutto del lavoro Conferenze dei Servizi regionale e nazionale e “capitalizza il grande lavoro di analisi e proposte sviluppato dall’Osservatorio sulla Torino-Lione in 235 riunioni e confronti con gli enti locali coinvolti”. Mentre il Cipe varava il progetto, il comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette effettuava una visita al cantiere di Chiomonte.

Oggi i sindaci della Valsusa, con le fasce tricolori, sfileranno a Torino insieme al movimento No Tav per ribadire la loro opposizione al supertreno. In piazza saranno anche approvate le delibere che chiedono al governo di impiegare i fondi della Tav per “le vere priorità del paese, dalla scuola alla sanità”.
L’appuntamento è per le ore 14 in piazza Statuto.

http://www.lastampa.it/2015/02/20/cronaca/torinolione-arrivato-il-via-libera-del-cipe-9G8yhOdKa3CSMmRcV71b2O/pagina.html

Nessun commento:

Posta un commento