“Aspettavo di vedere una proposta da parte delle altre associazioni, invece la nostra è stata l’unica proposta sul tavolo. Paghiamo il giusto e ci sembra una divisione equa”. Così al VELINO il presidente di As.tro, Assotrattenimento, Massimiliano Pucci, dopo l’incontro di oggi con il sottosegretario all’Economia con delega ai giochi Pierpaolo Baretta, in cui la filiera ha discusso del pagamento della tassa di 500 milioni decisa dalla legge di Stabilità per il settore dell’automatico, di cui la prima rata da 200 milioni dovrà essere versata domani. “ Abbiamo fatto gli interessi del mandato che abbiamo preso – continua Pucci replicando al presidente di Sapar Curcio -. Siamo passati dal 3 a minimo il 30 per cento. Noi non promettiamo la luna ma una soluzione giusta. Il resto è aria fritta. La nostra è stata l’unica proposta, visto che quella di Acadi e Sapar è stata bocciata. Ed è una proposta per i gestori che hanno a cuore il futuro della loro azienda”. Sulla possibilità che la filiera possa ancora raggiungere nei prossimi giorni un’intesa Pucci sottolinea: “Aspettiamo le proposte degli altri. Siamo disponibili a rimetterci intorno a un tavolo a patto che le proposte siano credibili e fattibili. Quelle che ho visto fino a oggi erano promesse poco realizzabili. Chi si lamenta dovrebbe fare una proposta ma non dobbiamo dare l’impressione che qualcuno possa prendere delle scorciatoie”.

http://www.ilvelino.it/it/article/2015/04/29/legge-di-stabilita-pucci-astro-su-tassa-500-mln-aspettiamo-proposte-cr/4ecae443-5da1-442e-a804-c2772b530b54/