L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 30 aprile 2015

questi imbecilli di sinistra non hanno argomenti allora accusano di razzismo diventando loro razzisti

La sinistra si mobilita contro l'arrivo di Matteo Salvini

Appello di Luca Bravi e Left Lab: "A Prato sono tutti i benvenuti, ma non i razzisti". Il leader della Lega ha annunciato la sua presenza in città il 1° Maggio

29 aprile 2015

Luca Bravi di Left Lab e promotore...

Luca Bravi di Left Lab e promotore dell'appello anti-Salvini

PRATO. "A Prato tutti sono i benvenuti, ma non i razzisti". Questo lo slogan dell'associazione Left Lab e di Luca Bravi, candidato alla prossime elezioni regionali, contro l'annunciato ritorno in città di Matteo Salvini, leader della Lega Nord. Un ritorno in un giorno simbolico come il 1° maggio.

"Il primo Maggio Matteo Salvini sarà a Prato a disturbare il corteo con le sue provocazioni razziste - spiega Bravi, del coordinamento di Left Lab - A Prato il lavoro non ha colore della pelle, ma solo bisogno di diritti e di dignità per tutti, soprattutto in un momento come questo. Per questi motivi con Left Lab abbiamo deciso di lanciare una mobilitazione per ricordare che a Prato, città medaglia d'argento al valore della resistenza, Salvini e i suoi slogan aberranti non sono graditi. La festa dei lavoratori - continua Bravi - rappresenta per noi un giorno importante, di altissimo valore simbolico. Però siamo altrettanto convinti che non possa diventare esclusivamente una parata auto-celebrativa o una tradizione. Dobbiamo essere in grado di parlare a quel mondo ormai lontano dai sindacati e dalle organizzazioni tradizionali; dobbiamo parlare ai precari, ai migranti, agli invisibili e a tutti coloro su la cui pelle Salvini ogni giorno costruisce la sua miserabile propaganda. E se non riusciamo a parlare a queste persone come possiamo celebrare il Primo Maggio?".
Salvini "sfila" in centro in contemporanea col corteo del Primo maggio

Provocazione del leader della camicie verdi al quale il Comune ha negato il gazebo in una delle piazze principali del centro di Prato. Patrizia Ovattoni: "Ci hanno dato Sant'Agostino ma è troppo fuori mano". La replica: "Alla Lega abbiamo offerto due alternative: mettere il gazebo in piazza del Comune di pomeriggio o in luogo dove il corteo non passa"

"Per questi motivi - conclude Bravi - Invito tutti i candidati pratesi alle elezioni regionali che si riconoscono nei valori di solidarietà e cooperazione, i sindacati e le associazioni a prendere posizione pubblicamente e partecipare a questa mobilitazione, che vuole confluire in quella dei festeggiamenti ufficiali di ogni anno. A Prato tutti sono i benvenuti, ma non i razzisti". L'iniziativa si chiama "Noi a Prato non lo vogliamo! #Maiconsalvini". L'evento facebook partito poche ore fa raccoglie già centinaia di adesioni: https://www.facebook.com/events/1641366256082320/



http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2015/04/29/news/la-sinistra-si-mobilita-contro-l-arrivo-di-matteo-salvini-1.11328349

Nessun commento:

Posta un commento