L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 4 agosto 2015

2015 crisi economica, arriverà dagli Stati Uniti, un paese in completa decomposizione?


LA NUOVA CRISI ARRIVERA’ DALL’AMERICA!


Lunedi scorso sono stato chiaro, la nuova crisi arriverà dall’America LA CRISI CHE VERRA': GLOBAL HARD LANDING! …
…No la prossima crisi non arriverà esclusivamente da oriente, non dai paesi emergenti o dalla sola Cina, la prossima crisi troverà solo materiale esplosivo in Europa, ma l’innesco sará sempre e solo l’America.
Il dollaro e soprattutto il patriarca il dollar index hanno lasciato un messaggio chiaro ed inequivocabile, grazie al dollaro arriverà la prossima crisi.
Il petrolio sta per affrontare una prova decisiva, il rimbalzo del gatto morto si è concluso ieri e nel fine settimana vedremo insieme i risvolti di questa dinamica.
Ovviamente non possiamo dimenticare che l’ultimo motore dell’economia mondiale, ovvero la Cina si sta lentamente spegnendo…

Thanks to Zero Hedge
Nel frattempo ieri tanto per cambiare un’altra scarica impressionante di fulmini e saette sull’economia americana…
“Le spese per costruzioni negli Stati Uniti sono cresciute in giugno meno delle previsioni e al passo più lento in cinque mesi ”

“In luglio l’Ism manifatturiero, l’indice che misura la performance del settore manifatturiero negli Stati Uniti, ha rallentato il passo e ha deluso le aspettative. L’indice di riferimento redatto dall’Institute for Supply Management è calato a 52,7 punti, dai 53,5 punti di giugno (…) Guardando alle singole componenti,(…)  quella dell’occupazione è scesa da 55,5 a 52,7 punti. (…) mentre quella dei prezzi è calata da 49,5 a 44 punti. America24″
“A giugno gli americani hanno tenuto a freno le loro spese, segno che la crescita debole dei salari potrebbe pesare sui consumatori. Le spese per consumi negli Stati Uniti sono infatti cresciute al passo più lento da febbraio. (…) Siccome i redditi sono creciuti più rapidamente delle spese, la quantità di denaro risparmiato è salito al 4,8% dal 4,6%. Il tasso di risparmio è rimasto intorno al 5% negli ultimi due anni e mezzo.(…)  In rialzo dell’1,3% su base annuale la componente “core”, depurata dagli elementi volatili, al di sotto del 2% considerato ottimale dalla Federal Reserve per il 38esimo mese di fila. America24″
Quindi inflazione core lontana anni luce dal target ottimale della Fed!
Per comprendere meglio l’impressionante accelerazione dell’inflazione e dei salari prospettata da molti negli ultimi mesi e dalla stessa Fed un semplice grafico…
http://2.bp.blogspot.com/-quvzswDOMKk/Vb09VVumpvI/AAAAAAAAeoM/4ZU8cTPZqQM/s1600/eci%2Bwages.png
Qui potete osservare ancora meglio come funziona il leggendario Quantitative Easing che le banche centrali sponsorizzano quotidianamente come indispensabile sostegno all’economia… INDISPENSABILE SOSTEGNO ALL’ECONOMIA!
Collegamento permanente dell'immagine integrata
Da quando in America è partito il QE il migliore disintegratore della classe media che la storia abbia mai concepito la forza lavoro si è estinta e i salari sono crollati a livelli inferiori all’inizio dello stesso QE.
Per QE si intende una politica monetaria ultra-espansiva, immissione di liquidità nei mercati varata da molte banche centrali (Bce compresa). Con il QE le banche centrali creano liquidità con la quale comprano sul mercato titoli di Stato e altro tipo di obbligazioni e spesso e volentieri anche azioni.
La sintesi è che il QE è il più grande somministratore di iniquità mai progettato nella storia e la sua continua azione non potrà che portare nel tempo disordini sociali.
Concludendo è importante non dimenticare che in settimana usciranno i dati relativi all’occupazione di luglio in America, un ulteriore pretesto per confermare un simbolico aumento dei tassi entro la fine dell’anno, aumento già scontato dalla curva dei tassi.
I segnali in arrivo dai mercati azionari americani  e soprattutto da quelli obbligazionari vanno interpretati attentamente alla luce dell’emotività dei mercati e della possibile volatilità in arrivo.
Con Machiavelli la prossima settimana faremo il punto della situazione e molte saranno le sorprese in vista.
Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio
…cliccando sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

Nessun commento:

Posta un commento