L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 23 agosto 2015

la struttura del Capitalismo UltraFinanziario

Piccolo riassunto di chi ha in mano le sorti del nostro Paese… e non solo

Piccolo riassunto di chi ha in mano le sorti del nostro Paese (comprese le palle di matteopoldo, del Presidente della Repubblica e del Governo tutto (e di una buona fetta di opposizione), oltre che di tutto il resto dell’occidente e buona parte del resto del Pianeta.
multinazionali
Ecco i nomi delle sette banche d’affari di Wall Street che controllano le principali corporations globali: – Bank of America Mellon – JP Morgan – Citigroup/Banamex – Wells Fargo – Goldman Sachs – Bank of New York – Morgan Stanley.
Ed ecco i nomi delle quattro banche (Fondi d’investimento) che controllano tutti compresi i sopracitati: – BlackRock – State Street Corporation – FMR/Fidelity – Vanguard Group. Queste sono le tracce dei controllanti di ciascuna delle sette megabanche:
  • 1.- Bank of America: State Street Corporation, Vanguard Group, BlackRock, FMR/Fidelity), Paulson, JPMorgan, T.Rowe, Capital World Investors, AXA, Bank of NY Mellon.
  • 2.- JPMorgan: State Street Corp., Vanguard Group, FMR/Fidelity, BlackRock, T. Rowe, AXA, Capital World Investor, Capital Research Global Investor, Northern Trust Corp. e Bank of Mellon.
  • 3.- Citigroup/Banamex: State Street Corporation, Vanguard Group, BlackRock, Paulson, FMR/Fidelity, Capital World Investor, JPMorgan, Northern Trust Corporation, Fairhome Capital Mgmt e Bank of NY Mellon.
  • 4.-Wells Fargo: Berkshire Hathaway, FMR/Fidelity, State Street, Vanguard Group, Capital World Investors, BlackRock, Wellington Mgmt, AXA, T. Rowe y Davis Selected Advisers.
  • 5.- Goldman Sachs:le “Big Four”, Wellington, Capital World Investors, AXA, Massachusetts Financial Service y T. Rowe.
  • 6.- Morgan Stanley: ” I Quattro Grandi”, Mitsubishi UFJ, Franklin Resources, AXA, T.Rowe, Bank of NY Mellon e Jennison Associates.
  • 7.- Bank of NY Mellon: Davis Selected, Massachusetts Financial Services, Capital Research Global Investor, Dodge, Cox, Southeatern Asset Mgmt…
e le “Big Four” Delle “Big Four”che dominano le sette megabanche e che godono di sovrapposizioni ed incroci azionari, si evidenziano soltanto quelli che controllano State Street y BlackRock.
  • 1.- State Street: Massachusetts Financial Services, Capital Research Global Investor, Barrow Hanley, GE, Putnam Investment e…le “Big Four”(Loro stessi sono azionisti!).
  • 2.-BlackRock: PNC, Barclays e CIC.
Come esempio delle sovrapposizioni ed incroci azionari, si può prendere la PNC Bank, che viene controllata da tre delle “Big Four”: BlackRock, StateStreet y FMR/Fidelity. Le “Big Four” che controllano tutto controllano ovviamente anche le maggiori multinazionali : Alcoa; Altria; AIG; AT&T; Boeing; Caterpillar; Coca–Cola; DuPont; GM; H–P; Home Depot; Honeywell; Intel; IBVM; Johnson&;Johnson; McDonald’s; Merck;3M; Pfizer; United Technologies; Verizon; Wal–Mart; Time Warner; Walt Disney; Viacom; Rupert Murdoch’s News; CBS; NBC Universal.
ATTENZIONE!!! La Federal Reserve USA (privata) comprende 12 Banche, rappresentate da un Consiglio di sette persone, che rappresentano le sopracitate “Big Four”. quindi la Federal Reserve è anch’essa in mano a BlackRock, StateStreet, FMR/Fidelity y Vanguard Group.


PS: Giusto per saperlo: la “privatizzazione globale dell’acqua” viene attuata dalle stesse banche d’affari sopracitate, in “collaborazione” con l’FMI, fatto questo che arreca benefici nel suo insieme, per esempio, al nepotismo dinastico della famiglia Bush, i cui componenti stanno cercando anche di prendere il controllo delle fonti d’acqua dell’Acuífero Guaraní in Sud America, una delle maggiori riserve d’acqua dolce del pianeta.
fonti: Stefano Davidson, Alfredo Jalife Rahme, Liza Karpova
colpo di stato delle banche centrali che hanno assunto il controllo  

http://www.imolaoggi.it/2015/08/22/piccolo-riassunto-di-chi-ha-in-mano-le-sorti-del-nostro-paese-e-non-solo/

Nessun commento:

Posta un commento