L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 28 agosto 2015

Padoan, l'economista imbecille, i migranti servono per fare concorrenza ai lavoratori italiani che vogliono solo un lavoro dignitoso

Il ministro dell’Economia parla del "contributo positivo" degli stranieri a un Paese in crisi demografica. La Lega Nord: "Anti-italiano"
Roma – 27 agosto 2015 -

Gli immigrati sono più giovani degli italiani, quindi hanno davanti a loro più anni di lavoro prima di ritirarsi. Inoltre, fanno più figli. Una marcia in più per la produttività di un Paese vecchio come l’Italia, un toccasana per i suoi conti.
A ribadirlo ieri al Meeting di Rimini è stato il ministero dell’Economia Gian Carlo Padoan.
"Tutta la Ue e l’Italia a sua volta – ha spiegato - hanno un problema demografico. Quelli vicini alla pensione, tra cui c’è anche il sottoscritto, sono più dei giovani. Tra l’altro, gli immigrati possono dare un contributo positivo in questo senso"
Quella che sembrerebbe un’ovvietà, ha però scatenato l’ira della Lega Nord. Per la deputata Barbara Saltamartini, “il ministro dell'Economia dimostra di essere un anti-italiano dal momento che vede negli immigrati, e non più negli italiani, un contributo per risollevare le sorti demografiche del nostro paese”…

http://www.stranieriinitalia.it/attualita/attualita/attualita-sp-754/padoan-l-italia-ha-un-problema-demografico-gli-immigrati-ci-aiutano.html

Nessun commento:

Posta un commento