L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 2 agosto 2015

Stati Uniti, un paese in decadenza, "scorre denaro senza limiti in politica"

Jimmy Carter: gli Stati Uniti sono una «oligarchia con un corruzione politica senza limiti»

STATI UNITI D'AMERICA - Washington 01/08/2015. Gli Stati Uniti sono una «oligarchia con un corruzione politica senza limiti», parola di Jimmy Carter.
Questa pesante dichiarazione politica è stata presa dall'ex presidente statunitense Jimmy Carter, il 28 luglio scorso, durante lo show radiofonico nazionale The Thom Hartmann Program. Carter ha poi detto che l'attuale sistema ha creato «un sovvertimento completo del nostro sistema politico come un vantaggio solo per i maggiori contribuenti. Sia i democratici che repubblicani considerano la capacità economica illimitata del denaro in politica come un grande vantaggio solo per se stessi». Carter ha fatto queste pesanti accuse politiche mentre stava rispondendo ad una domanda, posta da Tom Hartmann, sulle recenti decisioni della Corte Suprema sul finanziamento delle campagne elettorali come Citizens United. The Thom Hartmann Program, condotto dall'omonimo commentatore politico, ha 2,75 milioni di ascoltatori ogni settimana ed è uno dei migliori talk show radiofonici progressisti. Qui di seguito la trascrizione del passaggio contenente le accuse dell'ex presidente statunitense, riportata dal blog The Intercept: «HARTMANN: La nostra Corte Suprema ha ora detto, "scorre denaro senza limiti in politica". Sembra una
violazione dei principi della democrazia. ... Che ne pensa?
CARTER: Viola l'essenza di ciò che ha reso l'America un grande paese nel suo sistema politico. Ora è solo una oligarchia, con un'illimitata corruzione politica, che è l'essenza per ottenere le nomination per il presidente o per eleggere il presidente. E la stessa cosa vale per i governatori e i senatori statunitensi e i membri del Congresso. Così ora abbiamo davanti un sovvertimento completo del nostro sistema politico come un vantaggio per i maggiori contribuenti, che vogliono e si aspettano e talvolta ottengono favori per se stessi dopo oltre delle elezioni. ... Gli uscenti, democratici e repubblicani, considerano la capacità economica illimitata del denaro in politica come un grande vantaggio solo per se stessi. Chi è già al Congresso ha molto più da vendere rispetto a uno sfidante appassionato».
Il video del programma di Hartmann con la risposta di Carter può essere visto cliccando qui.

http://www.agccommunication.eu/86-geopolitica/11731-usa-corruzione-politica

Nessun commento:

Posta un commento