L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 21 settembre 2015

Grecia. Tsipras è un falso ideologico, adesso ha i numeri, tagli la carne viva del popolo

IL POPOLO GRECO RIFIUTA LA BUFFONATA DELLE ELEZIONI CHE NON CAMBIANO LA SITUAZIONE SUL CAMPO DELL'IMPOSIZIONE EXTRA NAZIONALE, QUELLA DEGLI EUROIMBECILLI

Sono solo il 44, 6 dei greci che non sono andati a votare, consapevoli che niente sarebbe cambiato: Adesso Tsipras ci farà vedere i miracoli della sua strategia politica che è quella di eseguire pedissequamente gli ordini della Merkel.

I tedeschi hanno colonizzato le terre greche.

Oltre a vendergli armi che non serviranno mai, producono in Germania il loro prodotto caratteristico, lo yogurt greco.

Tutti sanno che i prestiti concessi alla Grecia non potranno mai essere ripagati, la loro economia è stata distrutta, sono costretti a privatizzare porti, aeroporti, a vendere isole, aziende, niente più sarà greco, gli rimarrà il turismo, come se con il turismo un paese ha la possibilità di crescere.

Lo stato sociale è disciolto come la neve al sole, non c'è più.

Ti istruisci se hai un po di soldi altrimenti vivi e morrai ignorante.

Ti curi se te lo puoi permettere altrimenti muori.

La pensione è ridotta, sarà ridotta sempre più al lumicino per portare avanti una vita miserevole.

I sogni non ci saranno più, rimarranno solo poche energie per pensare alla sopravvivenza.

I giovani, i più svelti, appena lo potranno andranno via.

La Grecia diventerà un paese di vecchi, dove verranno i colonizzatori a farsi le loro vacanze, a comprarsi pezzettini di territorio  a due lire.

Ogni tanto la Germania, paese colonizzante, gli darà qualche soldino, per mantenere lo stato di sussistenza di questa povera gente.

Questo Tsipras il traditore sta continuando a fare.

martelun

Nessun commento:

Posta un commento