L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 25 settembre 2015

Nato, Trident Juncture, un governo evasivo ed inconcludente a interrogazioni parlamentari che chiaramente ritornano

Esercitazione Nato Trident Juncture, Santangelo presenta una nuova interrogazione
Politica

Esercitazione Nato Trident Juncture, Santangelo presenta una nuova interrogazione


Il senatore del MoVimento cinque stelle Vincenzo Maurizio Santangelo ha presentato un nuova interrogazione al Ministro alla difesa Pinotti sull'esercitazione Nato Trident Juncture che si terrà nelle prossime settimane a Birgi. Il parlamentare trapanese. Santangelo si è detto insoddisfatto della risposta data dal ministro ad una sua precedente interrogazione “in quanto – ha detto – non è stata data una precisa risposta sul numero complessivo di militari italiani e degli altri paesi partecipanti, che verrà impiegato per l'esercitazione, nel territorio siciliano. Per di più, nessun dato preciso viene fornito sui mezzi terrestri e sulle unità navali, italiane e straniere, che verranno schierate, limitandosi a citare esclusivamente la "presenza di assetti navali nell'esercitazioni in mare aperto".
”Da cittadino del territorio trapanese in primis e poi da parlamentare del gruppo M5 – ha annunciato Santangelo - ho presentato un nuovo atto di sindacato ispettivo, per chiedere se il Ministero, non intenda in maniera prioritaria attivare, visto l'ingente coinvolgimento di militari sul territorio trapanese e di Marsala, una comunicazione efficace e trasparente con la popolazione locale, al fine di informarla e rassicurarla sulle condizioni e sugli standard di sicurezza con cui le operazione verranno effettuate”.
”Trapani ha bisogno di conoscere con dati reali e cosa comporterà la Trident Juncture 2015”, ha rimarcato il senatore del Ms5 ha poi appreso della nascita del " Coordinamento provincia di Trapani contro la guerra e la Nato", al fine di opporsi alle esercitazioni militari che si terranno nell’area di Birgi.

Nessun commento:

Posta un commento