L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 6 ottobre 2015

La Moneta Complementare è uno degli strumenti per affiancare l'Euro e poi uscirne con meno problematiche

La moneta complementare all’euro, sperimentata in Molise, finisce sulle pagine del Financial Times. La prestigiosa testata si occupa del circuito Samex

Samex.net presentato alla Giornata dell'Economia.
Samex.net presentato alla Giornata dell’Economia.
Il circuito è nato nella piccola regione ispirandosi alla sperimentazione promossa in Sardegna, e così dal mese di febbraio scorso anche in Molise, in base a un accordo stipulato con la Regione e sottoscritto anche dalla Confcommercio, l’Unioncamere, la Finmolise, l’Anpa Isernia e dalle Camere di Commercio di Campobasso e Isernia,  è possibile pagare in Samex.
A qualche mese di distanza dall’intervista realizzata dalla giornalista Maria Cristina Giovannitti a Luigi Piccirillo, responsabile Area Broker Circuito Samex.net, apparsa sulla testata telematica CBlive è stato, dunque, il giornalista Edward Posnett, a raccontare “l’affascinante storia dei fondatori del Circuito Sardex.net che ad oggi, dopo soli 5 anni di operatività, ospita oltre 2.500 imprese che transano, in Sardex, l’unità di conto del circuito, un volume di affari pari a oltre 32 milioni di euro”.
“Il Circuito Samex.net (Sannio-Molise Exchange Network) – scrive il Financial Times – è stato uno dei primi a nascere al di fuori del territorio sardo e, attualmente, è tra i più performanti fra quelli attivi, sia in termini di numero di imprese iscritte che di volume del transato. A poco più di un anno di attività conta oltre 260 imprese iscritte e ha registrato un volume di transazioni superiore agli 800 mila euro regolati nella moneta locale e corrispondenti a oltre 1.600 operazioni effettuate. Oltre ai lusinghieri risultati operativi, il Circuito Samex.net è riuscito anche ad aggregare le istituzioni intorno al progetto ‘In Samex We Trust’, ideato daInnovation Factory srl, società di gestione del Circuito Samex e promosso dalla Regione Molise, di cui il Circuito Samex è partner operativo. Il progetto ha l’obiettivo di sperimentare, insieme alle Camere di Commercio, a Finmolise e a tutto il Sistema Molise un “Circuito di Moneta Complementare in Molise” (DGR n. 209 del 30 maggio 2014)”.
Sul prestigioso quotidiano inglese poi anche tutti i vantaggi che il circuito è in grado di generare: dallo scambio di beni e servizi senza utilizzare l’euro, alla facilitazione degli scambi per arrivare allo sviluppo solidale del territorio. Entrando in Samex inoltre le imprese avranno una serie di possibilità, tra cui quella di incrementare il proprio fatturato e la propria liquidità; accedere a finanziamenti gratuiti e a tasso zero ed eliminare gli insoluti.

Nessun commento:

Posta un commento