L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 14 novembre 2015

Prima o dopo la Procura di Firenze smetterà di proteggere a prescindere Matteo Renzi

Matteo Renzi sarà sentito come parte offesa al processo Maiorano

Il dipendente fiorentino denuncia presunti sprechi di denaro pubblico da parte dell'ex presidente della Provincia

di MASSIMO MUGNAINI
13 novembre 2015

 
Il presidente del consiglio Matteo Renzi (agf)
 
Il presidente del consiglio Matteo Renzi sarà ascoltato, in qualità di testimone parte offesa, al processo per diffamazione che si è aperto oggi al tribunale di Firenze in cui è imputato Alessandro Maiorano, il dipendente comunale fiorentino che da tempo denuncia presunti sprechi di denaro pubblico da parte dell'ex presidente della provincia ed ex sindaco di Firenze. Renzi si è costituito parte civile con l'avvocato  Federico Bagattini che ha spiegato: "Verrà in aula, compatibilmente con i suoi impegni istituzionali e le esigenze di sicurezza, e risponderà alle domande delle parti". Il premier che ha denunciato Maiorano potrebbe quindi comparire davanti al giudice Laura Bonelli all'udienza prevista per il prossimo 25 gennaio.  Bagattini ha fatto presente stamani in aula che tutte le denunce di Majorano contro Renzi sono state archiviate.

Precedentemente, l'11 dicembre, ci sarà un'altra udienza in cui il giudice dovrà sciogliere la riserva sulle istanze presentate stamani dall'avvocato Carlo Taormina, che difende Maiorano. Il legale dell'imputato ha chiesto che vengano acquisiti nel fascicolo dibattimentale alcuni atti relativi ad accertamenti della guardia di finanza sulle spese di Renzi in Provincia nel 2008, accertamenti promossi lo scorso anno dalla procura regionale della corte dei conti della Toscana e approfonditi poi anche dalla procura di Firenze. Quella indagine - ha però ricordato l'avvocato Bagattini - e' già stata archiviata pochi giorni fa.

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2015/11/13/news/matteo_renzi_sara_sentito_come_parte_offesa_al_processo_maiorano-127289378/ 

Nessun commento:

Posta un commento