L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 3 febbraio 2016

Corruzione, i giudici di Firenze proteggono il bamboccione al governo del corrotto Pd

Giudici fiorentini archiviarono denunce Renzi, indaga Genova

Il sostituto procuratore ha aperto un'inchiesta per omissione di atti d'ufficio
Redazione02 febbraio 2016


Renzi denuncia un dipendente comunale per diffamazione 6 dicembre 2013

Renzi denunciato per mobbing da un dipendente comunale 21 novembre 2011

La procura di Genova apre un’inchiesta a carico di ignoti sulla magistratura fiorentina dopo la denuncia presentata nel capoluogo ligure dal dipendente comunale Alessandro Maiorano. Quest’ultimo denunciò il premier Matteo Renzi per due episodi: la concessione a Renzi di un alloggio in via degli Alfani da parte di Marco Carrai e i rapporti tra il generale della Guardia di Finanza Michele Adinolfi e l’attuale premier.

La notizia, battuta dall’agenzia Ansa, è stata poi ribadita dallo stesso Maiorano sui social network. Entrambe le vicende, svoltesi nel periodo in cui Renzi era Presidente della Provincia e poi sindaco, erano infatti state archiviate dalla magistratura fiorentina. Così Maiorano, il luglio scorso, depositò un esposto a Genova sospettando ci fossero state delle omissioni di atti d’ufficio da parte dei giudici fiorentini.

Non solo un caso. Infatti Maiorano aveva già presentato denuncia per il comportamento della magistratura nei confronti dell’amministrazione Renzi. In questo caso l’inchiesta è stata archiviata.

Nessun commento:

Posta un commento