L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 19 agosto 2016

NO NO NO al pasticcio costituzionale

La riforma costituzionale del governo è uno scandalo

17.08.2016 Peppe Sini
La riforma costituzionale del governo è uno scandalo
La riforma costituzionale del governo è uno scandalo.
Al referendum votiamo No.
Senza odio, senza violenza, senza paura.

La riforma costituzionale del governo è uno scandalo che mutila il parlamento prostituendolo all’esecutivo e distrugge la separazione e l’equilibrio dei poteri sostituendo alla repubblica democratica un regime autoritario.
Uno scandalo eguagliato forse solo dalla riforma elettorale che nega il basilare principio democratico della proporzionalità delle rappresentanze.
Uno scandalo eguagliato forse solo dalla riforma della scuola che la sussume a logiche e fini di universale sfruttamento e narcosi.
Uno scandalo eguagliato forse solo dalla riforma del mercato del lavoro a vantaggio dei vampiri e degli schiavisti.
Uno scandalo eguagliato forse solo dalla politica (anti)sociale che distruggendo i servizi pubblici nega i diritti di tutti e pretende sostituirli con la beneficenza.
Uno scandalo eguagliato forse solo dalla politica (anti)economica che aiuta gli sfruttatori, i rapinatori, i devastatori e che toglie ai poveri per dare ai ricchi.
Uno scandalo eguagliato forse solo dalla politica estera fatta di partecipazione alle guerre e di fornitura d’armi ai regimi terroristi e stragisti.

La riforma costituzionale del governo è uno scandalo.
Al referendum votiamo No.
Senza odio, senza violenza, senza paura.
L’associazione “Respirare”
Viterbo, 17 agosto 2016
L’associazione “Respirare” è stata promossa da associazioni e movimenti ecopacifisti e nonviolenti, per il diritto alla salute e la difesa dell’ambiente.

Nessun commento:

Posta un commento