L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 21 ottobre 2016

Aleppo - non si capisce ma Stoltenberg vuole snidare quei 1000/2000 tagliagole che tengono sotto scacco una città?

pubblicato il 20/ott/2016 19:38

La portaerei russa verso il Mediterraneo che preoccupa la Nato
La posizione di Stoltenberg



Bruxelles, 20 ott. (askanews) -Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg si è detto preoccupato che il contingente militare della portaerei russa "Ammiraglio Kuznetsov" diretta verso laSiria possa unirsi agli attacchi sulla città di Aleppo. "Siamo preoccupati che la squadra navale della portaerei possa sostenere le operazioni militari in Siria, aumentando le sofferenze della popolazione", ha dichiarato citando Aleppo. La portaerei russa "Ammiraglio Kuznetsov" è salpata il 15 ottobre per il Mar Mediterraneo, dove le unità navali russe sono impegnate nel supporto dei raid aerei contro i ribelli siriani.

La portaerei è scortata da un incrociatore, un cacciatorpediniere e alcune unità antisommergibile; per la "Kuznetsov" - l'unica portaerei della Marina militare russa, di stanza nella base di Murmasnk - si tratta della prima missione dopo le recenti operazioni di ammodernamento. La portaerei è transitata nei giorni scorsi davanti alle coste norvegesi e oggi, secondo il Daily Mail, era diretta allo stretto di Dover.

Nessun commento:

Posta un commento