L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 12 ottobre 2016

Mattarella non può svolgere solo il ruolo di rappresentanza ma fondamentale il ruolo di garante della Costituzione e non lo sta facendo

Anci, domani la 33esima assemblea annuale alla presenza del Presidente Mattarella
11/10/2016 | 18:36

Si apre domani a Bari, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la 33esima edizione dell'assemblea annuale dell'ANCI. Alle 12.00 sarà eletto il nuovo presidente dopo il congresso.


Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Bari. Sono attesi ben 741 delegati e 11 Ministri in tre giornate di eventi. Si apre domani a Bari –alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella – la 33esima assemblea annuale dell'Anci, l'associazione nazionale dei Comuni italiani il cui obiettivo è rappresentare e tutelare gli interessi dei Comuni di fronte a Parlamento, Governo, Regioni, organi della Pubblica Amministrazione, ma anche organismi comunitari, Comitato delle Regioni e qualsiasi altra Istituzione che eserciti funzioni pubbliche di interesse locale.

Dopo il congresso delle 12.00 nel quale sarà eletto il nuovo presidente (l'unico candidato è il primo cittadino di Bari, Antonio Decaro), alle 15.00 avverrà l'apertura dei lavori con il presidente Mattarella e i saluti dei ministri della Giustizia, Andrea Orlando, e dell'Interno, Angelino Alfano. I particolari del programma dei lavori dell'assemblea Anci sono stati illustrati oggi a Bari nel corso di un incontro con i giornalisti tenuto dal sindaco del capoluogo pugliese, Antonio Decaro; dal responsabile della comunicazione Anci, Danilo Moriero; e dalla segretaria generale dell'Anci, Veronica Nicotra.

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, sarà invece a Bari il prossimo Giovedì 13 Ottobreper partecipare all'incontro in programma alle 17.30 dal titolo “Città Italian Style: cultura, bellezza, natura e qualità della vita”, insieme con i ministri della Salute, Beatrice Lorenzin, e delle Politiche Agricole Maurizio Martina.
Sempre giovedì, nella mattinata, i Ministri per gli Affari regionali, Enrico Costa, e per la Semplificazione, Marianna Madia, parteciperanno all'incontro “A ciascuno il suo” e, a seguire, i ministri delle Infrastrutture, Graziano Delrio, e dell'Istruzione, Stefania Giannini.

http://www.leccenews24.it/politica/anci-domani-la-33esima-assemblea-annuale-alla-presenza-del-presidente-mattarella.htm

Nessun commento:

Posta un commento