L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 27 dicembre 2016

Strategia della Paura - Le Consorterie Guerrafondaie Statunitensi ed Ebraiche armano i terroristi tagliagola

Stein: gli USA armano i terroristi quando vogliono destabilizzare un paese

Leader verdi USA, Jill Stein

La leader del Partito Verde degli USA, Jill Stein, ha lanciato precise accuse al Governo di Washington per aver sostenuto ed armato i gruppi terroristi quando questo serviva ai propri interessi.
“Se non lo sapevate, gli Stati Uniti finanziano ed armano i gruppi terroristi come Al-Qaeda e l’ISIS (Daesh in arabo) quando gli serve farlo per destabilizzare un paese”, ha denunciato questo lunedì la Stein attraverso un messaggio pubblicato di Twitter.

La ex aspirante alla Casa Bianca nelle presidenziali del 2016 ha criticato in varie occasioni le attuali autorità di Washington per la loro politica rispetto ai paesi in conflitto nel Medio Oriente ed ha segnalato i pericoli e le minacce che possono presupporre questo modo di governare per gli stessi Stati Uniti.

Intorno al 15 di Dicembre, la congressista democratica statunitense, Tulsi Gabbard, ha rivelato che la CIA ha fornito armi per vari anni, tanto in forma diretta che indiretta, ai denominati “ribelli siriani” -alleati di Al Qaeda – per rovesciare il Governo di Damasco.

In precedenza, la Stein aveva anche criticato l’aiuto finanziario che gli USA forniscono all’Arabia Saudita ed al regime di Israele, ed aveva reclamato alle autorità statunitensi una revisione della loro politica e di cessare il loro aiuto milionario a questi regimi, il cui appoggio ai gruppi terroristi come l’ISIS risulta ben documentato.

Le dichiarazioni della Stein arrivano nello stesso tempo in cui vari documenti hanno rivelato che gli USA hanno inviato migliaia di tonnellate di armi ad Al-Qaeda ed a altri gruppi terroristi in vari paesi in conflitto, tra questi la Siria, per rovesciare i loro governi legittimi.
 
Inoltre ci sono diversi rapporti che dimostrano che gli USA hanno addestrato un gruppo di terroristi che sono diventati i leaders dell’ISIS, la banda takfiri che attualmente occupa varie zone della Libia, della Siria, dell’Iraq e dell’Afghanistan.  Vedi: How the US Supports the Islamic State (ISIS)
Nota: Per causa di queste dichiarazioni, che erano già state fatte in passato dalla Stein, i media mainstream avevano accusato l’esponente politico di essere una “marionetta di Putin”, di raccontare menzogne e di fare propaganda anti USA.

A confermare quanto asserito dalla Stein, queste accuse sono state fatte anche da vari altri esponenti dell’establishment USA, come ad esempio dall’ex generale Michael Flynn (attualmente designato come consigliere per la sicurezza nazionale da Donald Trump), o dall’ex ambasciatore in Siria, Robert Ford, e da vari analisti statunitensi  che hanno indagato sui legami e sui finanziamenti forniti da Washington ai gruppi islamisti in Siria ed in altri paesi.  Vedi: S. Hersch, giornalista premio Pulitzer: Hillary Clinton approvò l’invio di gas sarin ai ribelli siriani per incastrare Assad
 
Ci sono poi abbondanti documentazioni sui campi di addestramento in Giordania ed in Turchia, dove istruttori della CIA formavano i quadri dei gruppi terroristi in Siria addestrandoli all’utilizzo di armi sofisticate fornite dagli USA.

Le rivelazioni della Stein non sono quindi una novità ma è significativo che queste accuse oggi arrivino anche da esponenti politici statunitensi che fanno parte del Congresso USA. Non è cosa da poco ma viene sistematicamente ignorata dai media europei che continuano ad occultare le responsabilità dei veri mandanti del terrorismo islamico.

Fonti: Hispan Tv
Traduzione e nota: Luciano Lago

Nessun commento:

Posta un commento