Desenzano, 31 Marzo 2016
Situazione vicenda Lino Cauzzi/Gruppo Catapano
Malavitosi condannati. Perchè gli alberghi vanno all’asta?
Ora siamo alla resa dei conti per quanto riguarda i processi civili nei confronti di coloro che hanno creato danni per oltre 100 milioni di euro e hanno distrutto almeno un centinaio di posti di lavoro
Nonostante tutto Lino Cauzzi crede ancora in una Giustizia Giusta, fatta di Giudici che, seppur tormentati, applicano la Legge cercando di rispettarne il senso e interpretarla nel suo spirito essenziale: cercare la verità, punire i colpevoli e rendere giustizia a chi ha subito l’ingiustizia.
cauzzi 500x383 Fallimenti Lino Cauzzi causati dal Gruppo CatapanoI fatti già noti e ratificati nel 2011 ma tenuti nascosti per tre anni (da chi?): allegato condanna disciplinare alla massima pena per il notaio Sannino che stipulò  i falsi atti nonostante le aggressioni subite da Cauzzi, e contro la sua volontà.
Lino Cauzzi 500x231 Fallimenti Lino Cauzzi causati dal Gruppo CatapanoStralci:

Sessione 29 giugno 2011, procedimento a carico del notaio Sannino… incolpazione del Consiglio, susseguente a un’audizione del Notaio Sannino… omissione o ritardate denunce di fatti penalmente rilevanti (pag 1 di 29),
… certificazioni relative ad atti mai stipulati… udienza del 28 marzo 2011 la Commissione riteneva doversi procedere nei confronti del notaio incolpato… udienza 8 giugno 2011… rinviata alla sessione odierna (n.d.r. 29 giugno 2011)… La difesa del notaio incolpato produceva una prima memoria difensiva il 9 marzo 2011 e una seconda memoria, in data 22 aprile 2011… (pag 2 di 29),
… il notaio Sannino avrebbe omesso di controllare che il sig. Cauzzi non ricopriva all’epoca alcuna carica del Geie… dalle indagini condotte dal Consiglio, ivi compresa l’audizione del notaio, il 19 ottobre 2010… rigettata l’istanza di sospensione… fatti per cui è indagato (falso in scrittura privata) il notaio… (pag 4 di 29),
…l’incolpato (n.d.r. il notaio) ha già ammesso… rilascio (erroneo, come lo definisce bonariamente l’incolpato) di certificati e copie autentiche di atti mai stipulati… (pag 5 di 29),
… complesso è l’iter che ha consentito al Gruppo Catapano di spoliare dei propri beni il Cauzzi, la violazione deontologia del notaio… (pag 6 di 29),
…il 26 giugno 2009 il notaio Sannino costituiva il Gruppo Europeo di Interesse Economico “Vittoria G.E.I.E.” (n.d.r. firme di Cauzzi -legittimo proprietario dei cinque alberghi- estorte sotto minaccia grave)… (pag 7 di 29)
… Il disciplinare rilevante si verifica il 30 giugno seguente (2009) quando il notaio Sannino autenticava un atto di affitto d’azienda… (pag 8 di 29),
…Al momento della redazione dell’atto di affitto, tuttavia il Vittoria Geie non era ancora iscritto nel registro Imprese… in quattro giorni si sono fatte sparire tre aziende … ciò che stride è che il notaio Sannino si presti ad un atto che egli sa essere irregolare… (pag 9 di 29),
… la risposta: perché il Cauzzi doveva essere tenuto all’oscuro dell’ulteriore destino delle sue aziende… hanno preso il volo… nella società controllata dal solo Catapano, senza alcuna possibilità d’ingerenza o di controllo del Cauzzi… (pag 10 di 29),
… per privare illecitamente la controparte (n.d.r. Cauzzi) delle sue proprietà, risultato illecito quest’ultimo… irreparabile uscita delle aziende del Cauzzi dal gruppo partecipato da entrambi (Cauzzi Catapano) per entrare nella sfera di disponibilità esclusiva del Catapano… Cauzzi… pochi giorni dopo la sottoscrizione, si presentò al notaio pregandolo di sospendere gli effetti dell’atto, come riferisce testualmente lo stesso Sannino, perché: “ lui ed i suoi familiari erano stati minacciati di morte al fine… (pag 11 di 29),
(segue)… di indurlo alla stipula dei predetti atti”… (pag 12 di 29),
… Per di più le società oggetto dell’affitto del ramo di azienda erano state  fatte fallire dal Gruppo Catapano  (n.d.r. Nota importante: con questa affermazione della Commissione Disciplinare si esclude, senza più alcuna ombra di dubbio, ogni qualsiasi responsabilità del Cauzzi nel fallimento dei suoi alberghi) … (pag 15 di 29),
Nelle 29 pagine c’è la fotografia di tutta la vicenda che riguarda Lino Cauzzi ma anche decine di altri imprenditori, in particolare del nord est.
La domanda che ci si pone è: perché il presente atto non è stato preso in considerazione, o quanto meno non ha -da quel momento- (siamo nel 2016, sono passati più di quattro anni) invalidato l’iter dei procedimenti fallimentari? Non ha nessun valore giuridico quanto appurato e ratificato in un procedimento disciplinare di una Commissione Regionale di Disciplina, conclusosi con la condanna massima dell’incolpato?
Il 26 giugno 2009 Cauzzi è costretto a cedere la gestione dei suoi alberghi, contro la sua volontà, da quel momento viene estromesso (non può nemmeno più entrare nei suoi alberghi .. quando ha cercato di farlo, è stato buttato fuori … e ha anche dovuto farsi medicare al Pronto Soccorso, i napoletani per 2 -3 anni hanno continuato a gestire gli alberghi, incassando ma senza pagare fornitori, incombenze varie, tasse… e ovviamente lasciando fallire gli alberghi.
Oltre ad aver perso tutto, Lino Cauzzi è anche responsabile dei fallimenti? Semplicemente demenziale, oppure la tresca che ha visto coinvolti tanti altri imprenditori (vittime, alcuni si sono anche suicidati) … è ben più grande di quanto si pensi; oltre ai componenti della banda Catapano, sono stati arrestati professionisti come avvocati, commercialisti, curatori e custodi fallimentari, magistrati e funzionari di banche. Malavitosi in giacca e cravatta facenti parte di un sistema ormai troppo diffuso che non usa più la pistola ma usa la Legge come arma impropria.
Da parte nostra continuiamo a dire che chi spoglia la vittima di tutti i suoi averi e addirittura gli lascia debiti, la mette in condizioni di completa impossibilità di sopravvivere. Come è stato riconosciuto l’omicidio stradale, chiediamo che sia istituito il tentato omicidio e/o l’istigazione al suicidio… non un reato di semplice truffa!! Non sono pochi coloro che si sono appesi aduna corda per la disperazione e la vergogna di essere finiti sul lastrico!
I processi penali possiamo dire che sono ormai giunti al termine… con la condanna della maggior parte degli imputati …decine e decine.
Ora siamo alla resa dei conti per quanto riguarda i processi civili nei confronti di coloro che hanno creato danni per oltre 100 milioni di euro e hanno distrutto almeno un centinaio di posti di lavoro.
Dall’agenda di Lino Cauzzi:
Cause civili in corso e importo danni richiesti
In attesa sentenza udienza del 24 marzo 2016  contro commercialista Rossi (6,7 milioni)
Prossimi appuntamenti:
26/5/2016  Tribunale di Pistoia  –  Contro Notaio Monacò  (4 milioni)
27/6/2016   Tribunale di Siena  –  Contro Notaio Sannino  (23 milioni)
16/9/2016   Tribunale di Cremona  – Contro Avv. Palumbo  (4 milioni)
(data da fissare) – Tribunale di Napoli  – Contro Catapano (23 milioni)
IL valore dei beni confiscati al Gruppo Catapano, in data 22 settembre 2011, ammonta a circa 200 milioni di Euro.
Lino Cauzzi:-“Come ho più volte asserito, appena ne avrò le possibilità sarà mia premura pagare i debiti verso i meritori e coloro che mi sono stati vicino. Per gli altri, presto verranno chiamati a rendere conto in Tribunale del loro operato contro la mia persona e/o contro le mie proprietà, l’elenco è lungo, è solo questione di tempo. Nessuna transazione privata tra le parti. L’ultima parola deve essere quella del Giudice.”
Giuseppe Danielli