L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 17 giugno 2017

Nicola Gratteri - le sue competenze sono delle chiavi importanti


Venerdì, 16 Giugno 2017 17:04


Catanzaro - Il ministro degli Esteri Angelino Alfano ha scelto il procuratore Nicola Gratteri per rappresentare l’Italia all’Osce, l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. Un prestigioso incarico per il procuratore capo di Catanzaro che ha accettato ma avrebbe messo come veto quello di non ricevere il gettone di presenza.

L’Osce, nata negli anni ’70 come Conferenza sulla sicurezza e la cooperazione in Europa principalmente per dialogo tra Est e Ovest, oggi con i 57 Stati partecipanti del Nord America, dell’Europa e dell’Asia, è la più grande organizzazione regionale per la sicurezza al mondo impegnata a garantire la pace, la democrazia e la stabilità a oltre un miliardo di persone.

"Sono un consulente gratuito e non voglio essere condizionato" ha affermato il Procuratore che ha poi aggiunto: "Metto le mie conoscenze a disposizione dello Stato dopo che per 30 anni ho fatto un certo tipo di lavoro. La prossima riunione sarà a Vienna il mese prossimo e poi ad ottobre ci sarà una due giorni a Palermo con 54 Paesi e sette Stati del nord Africa. Tra l'altro in quel semestre l'Osce sarà a conduzione italiana".

"In questi organismi - ha detto Gratteri - ci vuole molta pazienza per rapportarsi a sistemi giudiziari diversi dal nostro. La difficoltà è fare capire come si esplicano i comportamenti mafiosi in quegli Stati. Molti pensano alla mafia violenta, che spara e incendia le auto, ma la mafia non è più questo. Soprattutto nel nord e centro Europa la mafia vende cocaina e compra di tutto. E' importante quindi fare capire anche alle forze dell'ordine quali sono i pericoli, rapportandosi a Paesi che neanche hanno una legislazione contro la criminalità organizzata".

REAZIONI

Magorno (Pd) si complimenta con procuratore Gratteri per nuovo incarico

“L'indicazione da parte del Governo del procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri quale rappresentante dell'Italia nell'Osce ci riempie di soddisfazione. Esiste, infatti, una Calabria operosa e di grande qualita' capace di assumere su di se' la rappresentanza dell'intera Nazione, figure di pregio e spessore chiamate a occuparsi di settori cruciali e di estrema delicatezza nelle istituzioni internazionali. Ci congratuliamo con il procuratore Gratteri e gli auguriamo buon lavoro nel suo nuovo e prestigioso incarico". Lo afferma in una nota Ernesto Magorno, segretario regionale del Pd Calabria.

Rosanna Scopelliti: "Bene Alfano su nomina Gratteri"

"La Calabria ha tanti uomini e donne capaci di diventare simboli di vera e propria 'eccellenza nel mondo'. Uno di questi è Nicola Gratteri, magistrato tutto d'un pezzo e dalla schiena dritta, che da anni è in prima fila nella sua battaglia per la legalità e la giustizia". Lo afferma, in una dichiarazione, la deputata di Alternativa Popolare, Rosanna Scopelliti. "Per questo il ministro Alfano - prosegue Scopelliti - ha scelto lui per il delicatissimo compito di rappresentare l'Italia nell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. Come è facile intuire non si tratta di una nomina politica, ma di una scelta chiara e forte, quella di mettere al servizio dell'Europa uno degli uomini migliori che l'Italia ha a disposizione. Da vero uomo di Stato, Gratteri ha accettato l'incarico e ha scelto di non ricevere alcun compenso, chiedendo e ottenendo la massima garanzia di autonomia. Un'autonomia che il ministro Alfano e il governo sono ben lieti di assicurargli. Gli faccio i migliori auguri per questa nuova sfida al servizio del Paese e sono sicura che ancora una volta ci renderà tutti orgogliosi di lui". 

Alfano: preziose competenza e professionalità Gratteri

"Abbiamo chiesto al Procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri di dare una mano di aiuto al Governo e allo Stato italiano nel sostegno di importanti lavori che saremo chiamati a fare presiedendo l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa il prossimo anno". Lo ha detto Angelino Alfano a Catanzaro per partecipare ad un convegno su diritti e tolleranza sulla . "Intanto già quest'anno - ha aggiunto Alfano - cominciamo con il gruppo di contatto che vede coinvolti i Paesi del Mediterraneo e credo che la competenza nel contrasto al narcotraffico e quella a complesse organizzazioni criminali, tipica della professionalità del dottore Gratteri, potrà giovare al nostro Paese sia in termini sostanziali che di prestigio nel contesto internazionale. L'autonomia chiaramente è compresa in ogni azione che un magistrato svolge, attività che in questo caso, peraltro, avviene a costo zero per lo Stato anche in ragione di una esplicita richiesta del dottore Gratteri di non avere compensi".

Nessun commento:

Posta un commento