L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 11 giugno 2017

Siria - i militari siriani, grazie anche ai suoi alleati, libera le sue terre, pezzetto per pezzetto dai terroristi tagliagola

Siria: Mosca, Stato islamico perde controllo giacimento gas a Shaer, vicino Palmira

Mosca , 09 giu 19:07 - (Agenzia Nova) - 

I combattenti dello Stato islamico (Is) hanno perso il controllo del campo di gas di Shaer, nelle vicinanze della città siriana di Palmira. Lo ha detto oggi il comandante delle operazioni militari in Siria, il generale Sergej Surovikin, precisando che in tal modo l’Is è stato privato dei proventi derivanti dalla produzione illegale di idrocarburi. Citato dall'agenzia di stampa russa “Sputnik, Surovikin ha dichiarato: "Durante i combattimenti i terroristi sono stati espulsi dal giacimento di gas di Shaer, causando un danno significativo al potenziale economico dei terroristi, privandoli di redditi della produzione illegale di idrocarburi”. “L'esercito siriano ha acquisito il controllo su tre insediamenti e 66 alture strategicamente importanti vicino a Palmira”, avvicinandosi all'insediamento di Arak, ha aggiunto Surovikin. L’avvicinamento ad Arak assume una valenza strategica, in quanto la sua conquista consentirà di predisporre l'offensiva su As Sukhnah e Deir ez-Zor, ha concluso Surovikin. (Rum)

Nessun commento:

Posta un commento