L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 21 giugno 2017

Siria - repetita iuvant, per gli Stati Uniti non è difficile capire

Martedì 20 Giugno 2017 - 18:45
Siria, Guterres: Spero in de-escalation tra Usa e Russia

Alta tensione dopo l'abbattimento di un drone del (?!?!) regime (i pennivendoli continuano la loro opera di fake news)  di Assad


"Spero fortemente in una de-escalation della situazione" in Siria"perché questo genere di incidente può essere molto pericoloso in uno scenario di conflitto in cui sono così tanti gli attori ed è così complessa la situazione sul terreno". Così il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, commentando l'abbattimento di un drone del regime di Assad da parte degli Usa e l'innalzamento della tensione tra Washington e Mosca.

Ieri il ministero della Difesa russa ha annunciato di aver interrotto la cooperazione con gli Stati Uniti nell'ambito del memorandum per evitare incidenti nello spazio aereo siriano. Inoltre, il ministero ha avvertito che qualsiasi aereo o drone della coalizione internazionale a guida Usa sarà intercettato nello spazio aereo siriano a ovest dell'Eufrate sarà considerato "un obiettivo aereo" da parte della difesa russa.

Nessun commento:

Posta un commento