Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista

Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista
La ragione di ciò sta nel fatto che la cuspide del potere di queste due nazioni (Francia e Germania) comprende benissimo che la crisi strutturale di quei capitalismi perdura, si accresce, e non è domata dalla retorica europeista. La deflazione ordo-liberista erode i margini, fa scendere i tassi di profitto, rende più difficile la circolazione del capitale fisso e la finanza può far crescere qualche rendita, ma non crea lavoro, né prospettive per il giovane proletariato franco-tedesco. La circolazione del capitale si blocca e allora si ricorre al naturale e normale espediente che è il protezionismo. Ma questo scardina le basi stesse della struttura tecnocratica europea. Butta nel fango i trattati di Maastricht e di Lisbona, trasforma in canzoni da melodramma le recite neo liberiste. Giulio Sapelli

L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 6 luglio 2017

CETA - ractopamina, glifosato il governo Pd ci vuole avvelenare con queste sostanze

CETA, l'approvazione del governo

Il governo e il partito democratico firmano il 'ceta' all'insaputa degli italiani.

Curato daMarco Mancini
Pubblicato il: 5 luglio 2017

Quello che ci nasconde il governo Gentiloni

Il PD e l'attuale governo stanno cercando di nascondere e smentire questa notizia. Mentre gli italiani erano distratti dalle informazioni e sugli aggiornamenti delle notizie sull'evento del G7 che si è svolto al Palacongressi di Taormina, in Sicilia il 26 e il 27 maggio scorso, il governo Gentiloni e gli europarlamentari del PD e di Forza Italia hanno approvato il disegno di legge che permetterà al parlamento italiano di votare sul CETA (in inglese Comprehensive Economic And Trade Agreement "accordo economico e commerciale globale"). Perché i media non ne parlano? Perché vogliono nascondere agli italiani questo Trattato internazionale di libero scambio con il Canada?

Semplicemente perché per i cittadini italiani e europei non ci sarà nulla di buono nell'approvazione di questo trattato.

Ma cos'è in realtà il CETA? È un trattato di libero scambio che eliminerà i dazi doganali tra Canada e Unione Europea, con l'obiettivo di tutelare solo il business delle multinazionali alimentari che ormai da anni manipolano la #politica internazionale, a scapito della salute dei consumatori, dell'ambiente e dei nostri diritti. Inoltre avrà un impatto disastroso sulla nostra economia e contribuirà a rendere l'Italia più povera, facendo perdere centinaia di migliaia di posti di lavoro, 40.000 solo in Italia e circa 300.000 tra operai, agricoltori e allevatori in #europa perderanno il loro posto di lavoro, il CETA diminuirà i salari e moltiplicherà le importazioni di alimenti come il grano OGM (organismo geneticamente modificato) trattato con pesticidi attualmente vietati in Europa, carne bovina e carne suina trattata con ormoni dannosi per la nostra salute.

Il Canada inoltre, permette l'utilizzo della ractopamina, uno steroide vietato in oltre 160 paesi e regolarmente utilizzato negli allevamenti intensivi dei suini canadesi. Il CETA porterà sulle nostre tavole queste sostanze, danneggiando non solo la nostra salute ma soprattutto le nostre eccellenze alimentari.

E non è finita, il CETA toglierà ai nostri governi e parlamenti il potere di legiferare, verrà istituito un tribunale privato per le multinazionali, quindi i governi non saranno più in grado di proteggere i propri mercati e i propri prodotti. Insomma mentre questa riforma istituzionale viene approvata e occultata, ancora una volta la sovranità popolare e la democrazia dei cittadini italiani ed europei viene calpestata da una classe politica che sta portando il nostro paese al fallimento. #Unione Europea

Nessun commento:

Posta un commento