Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista

Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista
La ragione di ciò sta nel fatto che la cuspide del potere di queste due nazioni (Francia e Germania) comprende benissimo che la crisi strutturale di quei capitalismi perdura, si accresce, e non è domata dalla retorica europeista. La deflazione ordo-liberista erode i margini, fa scendere i tassi di profitto, rende più difficile la circolazione del capitale fisso e la finanza può far crescere qualche rendita, ma non crea lavoro, né prospettive per il giovane proletariato franco-tedesco. La circolazione del capitale si blocca e allora si ricorre al naturale e normale espediente che è il protezionismo. Ma questo scardina le basi stesse della struttura tecnocratica europea. Butta nel fango i trattati di Maastricht e di Lisbona, trasforma in canzoni da melodramma le recite neo liberiste. Giulio Sapelli

L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 15 agosto 2017

Decadentismo degli Stati Uniti - l'hollywoodismo alle Nazioni Unite per uccidere

GIORGIO BONGIOVANNI

Dettagli Pubblicato: 14 Agosto 2017


Povera America bugiarda
di Giorgio Bongiovanni -Video 

“Quando l’Iraq ammise finalmente di avere queste armi [biologiche] nel 1995, le quantità erano grandi. Meno di un cucchiaino di antrace in polvere, un po’ meno di questa quantità [disse mostrando la fiala] – questo è più o meno un cucchiaino – meno di un cucchiaino di antrace in polvere in una busta fece chiudere il Senato degli Stati Uniti nell’autunno del 2001.

Molte centinaia di persone furono costrette a ricevere cure mediche di emergenza e due impiegati degli uffici postali furono uccisi solo a causa di questa quantità, più o meno, chiusa dentro una busta”. Con queste drammatiche parole, il 5 febbraio 2003, Collin Powell, allora segretario di Stato degli Stati Uniti d’America, intervenne al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite parlando di un “grosso faldone dei servizi segreti sulle armi biologiche dell’Iraq” e di laboratori mobili per la produzione di quelle armi, di testimonianze. Powell disse anche che l’Iraq avrebbe potuto produrre circa 25 mila litri di antrace, secondo quanto dicevano gli ispettori delle Nazioni Unite. 

Un discorso divenuto famoso per la presenza di quella filetta contenente polvere bianca, agitata come la prova Regina per giustificare l’invasione in Iraq. Un conflitto che ha “prodotto” 500.000 morti civili ed un milione di dispersi. Una prova che poi si scoprì essere falsa. Quelle informazioni diffuse davanti ai membri del Consiglio di sicurezza erano false e in Iraq non esistevano laboratori mobili né enormi arsenali di armi di distruzione di massa.

Oggi, nel 2017, l’America si dimostra ancora una volta bugiarda. Ma non l’America del popolo, degli intellettuali o dei grandi scienziati ma quella del Potere. Quella del Presidente Donald Trump è l’America bugiarda, così come bugiarda è la Corea del Nord di Kim Jong-un. L’essere bugiardo è dato dall’interesse economico, del denaro sporco ed oggi questi potenti vogliono inventarsi una nuova guerra e per questo sono capaci di tutto. E per la prima volta si parla anche di un possibile utilizzo di armi nucleari capaci di distruggere un intero Pianeta e causare centinaia di milioni di morti, se non miliardi. Ciò che sta avvenendo è molto grave e Giulietto Chiesa spiega il significato politico. Fino a che punto si spingerà questa follia basata sulle menzogne americane? Per questo si deve dire “basta” alle sporche bugie dell’America per la guerra.
Giulietto Chiesa: "Come Funziona Il Mainstream"
20170814 video giulietto chiesa

Video tratto dapandoratv.it

Nessun commento:

Posta un commento