Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista

Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista
La ragione di ciò sta nel fatto che la cuspide del potere di queste due nazioni (Francia e Germania) comprende benissimo che la crisi strutturale di quei capitalismi perdura, si accresce, e non è domata dalla retorica europeista. La deflazione ordo-liberista erode i margini, fa scendere i tassi di profitto, rende più difficile la circolazione del capitale fisso e la finanza può far crescere qualche rendita, ma non crea lavoro, né prospettive per il giovane proletariato franco-tedesco. La circolazione del capitale si blocca e allora si ricorre al naturale e normale espediente che è il protezionismo. Ma questo scardina le basi stesse della struttura tecnocratica europea. Butta nel fango i trattati di Maastricht e di Lisbona, trasforma in canzoni da melodramma le recite neo liberiste. Giulio Sapelli http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2017/8/27/GEO-FINANZA-Dalla-Cina-alle-cicale-la-Germania-prepara-il-terremoto-dell-Ue/779737/

L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 16 febbraio 2018

Vaccinazioni - Dieci vaccinazioni obbligatorie in mancanza d'urgenza-emergenza è palesemente malafede. Si alle vaccinazioni. poche ma necessarie

Manifestazione Contro l’Obbligo Vaccinale 

 Campogalliano (MO), 17 Febbraio 2018

EVENTI / MANIFESTAZIONE CONTRO L’OBBLIGO VACCINALE – CAMPOGALLIANO (MO), 17 FEBBRAIO 2018


Vi invitiamo a Campogalliano (MO), sabato 17 febbraio 2018 alle ore 19.00, c/o Palazzetto dello Sport in via Mattei alla mobilitazione voluta dall’Associazione Riprendiamoci il Pianeta e Genitori del No Emilia Romagna:
MANIFESTAZIONE CONTRO L’OBBLIGO VACCINALE

Non si terrà un corteo, bensì un sit in con cartelli e slogan, per manifestare il nostro dissenso contro l’iniqua legge Lorenzin. Facciamoci sentire, e facciamogli capire che non potranno continuare per sempre a fare quello che gli pare, e gli interessi delle multinazionali del farmaco.

Leggi per approfondimento su Prima Pagina di YVS il:


Manifestiamo con gioia e risoluta fermezza nel rispetto reciproco.
LA LIBERTÀ DI CURA – NON CEDE ALLA PAURA

Noi di Riprendiamoci Il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana ci poniamo queste domande e vogliamo delle risposte:

Salute e benessere si arrestano dinnanzi alla porta di casa propria? Il coraggio viene impiegato solo per la propria idea, quando tocca il proprio interesse individuale, e non si riesce a concepire il bene comune?
La nostra Costituzione dice:

Art.32 La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

Finché non capiremo questa necessità, e non daremo voce ad una vera democrazia popolare, continueremo ad essere succubi di un potere che continuerà a ricattarci mantenendoci in miserevoli condizioni di vita.

Visita per approfondimento: Vaccini Libera Scelta e Associazione Libera Scelta

Nessun commento:

Posta un commento