Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista

Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista
La ragione di ciò sta nel fatto che la cuspide del potere di queste due nazioni (Francia e Germania) comprende benissimo che la crisi strutturale di quei capitalismi perdura, si accresce, e non è domata dalla retorica europeista. La deflazione ordo-liberista erode i margini, fa scendere i tassi di profitto, rende più difficile la circolazione del capitale fisso e la finanza può far crescere qualche rendita, ma non crea lavoro, né prospettive per il giovane proletariato franco-tedesco. La circolazione del capitale si blocca e allora si ricorre al naturale e normale espediente che è il protezionismo. Ma questo scardina le basi stesse della struttura tecnocratica europea. Butta nel fango i trattati di Maastricht e di Lisbona, trasforma in canzoni da melodramma le recite neo liberiste. Giulio Sapelli http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2017/8/27/GEO-FINANZA-Dalla-Cina-alle-cicale-la-Germania-prepara-il-terremoto-dell-Ue/779737/

L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 7 luglio 2018

La sanità è stata, fin dagli lontani anni '80, la mammella a cui i partiti di allora, Psi, Dc, Pci, si attaccarono con l'avallo di Cgil, Cisl, Uil per rifornirsi di denaro illegalmente, attraverso le esternalizzazioni, gli appalti. Oggi il corrotto euroimbecille Pd. Il Partito dei Giudici l'ha sempre saputo e l'ha sempre permesso. L'una tantum occasionale è servita per regolare i rapporti interni al Sistema massonico mafioso politico

Operazione Suggello, arrestato il presidente Pittella

Svelato un sistema di corruzione nei concorsi pubblici
Basilicata

Ven, 06/07/2018 - 14:54

Nella foto:
La conferenza stampa degli inquirenti

ANTONIO CORRADO

MATERA – L’hanno chiamata “Suggello”, dal termine utilizzato in un’intercettazione della dirigente amministrativa Maria Benedetto, arrestata stamane insieme con il commissario dell’Azienda sanitaria materana, Pietro Quinto, ed altre 28 persone indagate ed ai domiciliari, tra cui il presidente della Regione Marcello Pittella, più 8 con obbligo di dimora. Infatti, la lista dei raccomandati, letta dalla Benedetto a Quinto, aveva “il suggello del presidente” Pittella.

LEGGI LA NOTIZIA DELL'ARRESTO
DEL PRESIDENTE MARCELLO PITTELLA


Così l’indagine condotta dalla Guardia di finanza di Matera e coordinata dalla Procura provinciale, è stata illustrata un’ora fa dal procuratore capo Pietro Argentino, che ha elogiato il grande lavoro degli inquirenti, partito nel 2016 dalla denuncia di un ex dipendente della società cooperativa “Croce Verde Matera”, poi divenuta “Croce Verde Materana”, scatola cinese pare proprio per coprire presunte truffe nel sistema di trasporto degli infermi per conto dell’Asm.

> TUTTI I NOMI DELLE PERSONE COINVOLTE

Le intercettazioni telefoniche ed ambientali nell’ambito di questo primo filone, hanno portato nell’estate 2017 a svelare quello che si ritiene un sistema di corruzione nei concorsi pubblici all’Asm e al Crob, che avrebbe coinvolto anche l’Azienda sanitaria pugliese, per l’inserimento di un raccomandato del direttore Montanaro, anch’egli indagato ed ai domiciliari. Poi ci sono i suggeritori di raccomandazioni, tra politici e alti religiosi, nessuno dei quali è indagato perché si sono limitati a segnalare le persone, ma non hanno alcuna complicità nel sistema.

GUARDA IL VIDEO SULLA CONFERENZA STAMPA

Infine la presunta corruzione a carico di Quinto, per incarichi a una ditta edile e gli intrecci con un professore di Diritto amministrativo di Bari, dove il figlio del commissario Asm si è recentemente laureato. I capi d’accusa in totale sono ben 32, tutti suffragati da importanti indizi di reato. I dettagli ed i particolari dell’indagine domani sull’edizione cartacea.

Nessun commento:

Posta un commento