Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista

Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista
La ragione di ciò sta nel fatto che la cuspide del potere di queste due nazioni (Francia e Germania) comprende benissimo che la crisi strutturale di quei capitalismi perdura, si accresce, e non è domata dalla retorica europeista. La deflazione ordo-liberista erode i margini, fa scendere i tassi di profitto, rende più difficile la circolazione del capitale fisso e la finanza può far crescere qualche rendita, ma non crea lavoro, né prospettive per il giovane proletariato franco-tedesco. La circolazione del capitale si blocca e allora si ricorre al naturale e normale espediente che è il protezionismo. Ma questo scardina le basi stesse della struttura tecnocratica europea. Butta nel fango i trattati di Maastricht e di Lisbona, trasforma in canzoni da melodramma le recite neo liberiste. Giulio Sapelli http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2017/8/27/GEO-FINANZA-Dalla-Cina-alle-cicale-la-Germania-prepara-il-terremoto-dell-Ue/779737/

L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 6 novembre 2018

Ponte Morandi - Francesco Cozzi il procuratore del nuovo porto delle nebbie afferma che aspetta il piano demolizione per dare il via per portare via le macerie. Commissario Marco Bucci cosa aspettiamo?

Shanghai, prima giornata del sindaco Bucci in missione di marketing territoriale


Genova - Prima giornata della missione di marketing territoriale del Sindaco Marco Bucci a Shanghai, in occasione di China international import exhibition, la più grande manifestazione economica organizzata quest'anno in Cina direttamente dalla Presidenza della Repubblica cinese fino al 10 novembre 2018 presso il National Exhibition and Convention Center di Shanghai.

Insieme a Giuseppe Zampini, amministratore delegato di Ansaldo Energia, e Paolo Emilio Signorini, presidente della Autorità di sistema portuale, Bucci ha incontrato in mattinata i vertici di Shanghai Electric, in particolare il vice preisdente Chen Ganjin, e Yuan Jinhua, vice presidente di Shanghai Electric Power Generation Group.

Shanghai Electric, che detiene il 40% delle azioni Ansaldo, ha sottoscritto diverse joint venture con Ansaldo Energia nel settore delle turbine a gas, e martedì firmerà un ulteriore accordo di collaborazione. 

Il sindaco di Genova ha ricordato i tre assi di sviluppo della città (porto e logistica, turismo, hi-tech), ha detto che si impegnerà a favorire la collaborazione fra le Università, in particolare nel settore hi-tech e per lo sviluppo di skills avanzate, ha sottolineato l'importanza per Genova della collaborazione fra Ansaldo Energia e Shanghai Electric anche come modello di ricerca sulle tecnologie avanzate.

L'Università di Shanghai ha confermato la disponibilità a cooperare, il sindaco si è impegnato a parlare con il Rettore dell'Università di Genova per attivare il rapporto diretto. Zampini ha ricordato fra l'altro gli obiettivi di crescita di Ansaldo e Shanghai Electric, fino a diventare nei prossimi 15-20 anni il maggiore produttore mondiale nel settore delle turbine a gas.

Bucci ha poi visitato il distretto di Lungang, zona al centro di un colossale progetto di sviluppo finalizzato a creare la "città del futuro", una città pilota nell'area metropolitana a sud est di Shangai, nella quale compatibilizzare sviluppo industriale, sistemi di trasporto, qualità della vita, attività portuali, produzione di motori per grandi navi, equilibrio ambientale, passando dagli attuali 320.000 abitanti a 680.000. Il Sindaco ha incontrato il Governatore Chen Jie.

Dopo aver visitato altri stabilimenti di Shanghai Electric e quelli che ospitano le società nate dalle joint ventures con Ansaldo, in serata il Sindaco ha incontrato i vertici di China Communication Construction Company, una delle più grandi aziende mondiali in materia di costruzione di infrastrutture (strade, ponti, tunnel), realizzatrice di 7 fra i primi 10 ponti al mondo.

Bucci ha incontrato Wang Jingchun, Presidente esecutivo di CCCC e tutti i vertici del colosso cinese, approfondendo in particolare le tematiche relative ai più importanti ponti costituiti da CCCC e ricordando, oltre all'urgenza della ricostruzione del ponte della Val Polcevera, anche i molti progetti infrastrutturali essenziali per lo sviluppo della Città, in particolare la gronda autostradale.

Lunedì 5 novembre 2018 alle 12:00:38

Nessun commento:

Posta un commento