Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista

Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista
La ragione di ciò sta nel fatto che la cuspide del potere di queste due nazioni (Francia e Germania) comprende benissimo che la crisi strutturale di quei capitalismi perdura, si accresce, e non è domata dalla retorica europeista. La deflazione ordo-liberista erode i margini, fa scendere i tassi di profitto, rende più difficile la circolazione del capitale fisso e la finanza può far crescere qualche rendita, ma non crea lavoro, né prospettive per il giovane proletariato franco-tedesco. La circolazione del capitale si blocca e allora si ricorre al naturale e normale espediente che è il protezionismo. Ma questo scardina le basi stesse della struttura tecnocratica europea. Butta nel fango i trattati di Maastricht e di Lisbona, trasforma in canzoni da melodramma le recite neo liberiste. Giulio Sapelli http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2017/8/27/GEO-FINANZA-Dalla-Cina-alle-cicale-la-Germania-prepara-il-terremoto-dell-Ue/779737/

L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 7 dicembre 2018

Gli Stati Uniti giocano sporco come al solito

America teppista mondiale. L’arresto della numero 2 di Huawei. e il resto.

Maurizio Blondet 6 dicembre 2018 

Le autorità canadesi di Vancouver hanno arrestato il chief financial officer di Huawei Technologies, Meng Wanzhou, su richiesta degli Stati Uniti per presunte violazioni delle sanzioni iraniane. E’ l’ultima mossa di Washington contro il colosso della tecnologia cellulare cinese.

Un amico commenta:
Come reagirebbero gli USA se i cinesi arrestassero la figlia di Bill Gates? possibile che nessuno qui si ponga la domanda? A forza di umiliare Cina e Russia qualcosa di molto brutto accadrà:
Dr Luca GIAY LEVRA

(Un altro lettore mi segnala l’articolo di Aurorasito che segnala i collegamenti o coincidenze cpn il il “suicidio” del possibile premio nobel per la Fisica Zhang e il terribile incendio che ha distrutto la fabbrica olandese di semiconduttori ASML. Nell’ottica di una guerra commerciale con le tecnologie avanzate di semiconduttori, tra Apple, da un lato e Samsung/Huawei dall’altro.

Il rapimento Huawei ed altri fatti


Potrebbe esserci molto di più di quanto non appaia dall’arresto in Canada, su richiesta degli Stati Uniti, della direttrice finanziaria di Huawei ed erede Meng Wanzhou.

Fonti cinesi hanno raccolto i seguenti fatti:
• Aprile 2017: un direttore del gigante tecnologico cinese Huawei accompagna personalmente il famoso fisico Zhang Shoucheng dall’hotel di Shanghai a Shenzhen. Jackson e Wood, professore di fisica alla Stanford University, e Zhang era in città per partecipare a un summit sull’IT.
• Settembre 2018: il Prof. Zhang riceve un premio europeo sulla fisica, uno dei suoi molti riconoscimenti. Si prevede che il suo lavoro in fisica quantistica rivoluzionerà l’industria globale dei semiconduttori. Yang Zhenning, il primo scienziato cinese a ricevere il Nobel per la Fisica (1957), aveva predetto che Zhang sarebbe stato il suo successore.
• 1 dicembre 2018: il prof. Zhang e Meng Wanzhou dovevano partecipare a una cena in Argentina, dove si teneva il summit del G20.
• 1 dicembre 2018: mentre viaggia, Meng viene arrestata dal governo canadese.
• 1 dicembre 2018: il Prof. Zhang precipita da un edificio negli Stati Uniti, presentato come suicidio, dicendo che soffriva di depressione, aveva 55 anni.
• 1 dicembre 2018: scoppia un incendio di notte in una fabbrica olandese, l’ASML, principale produttore mondiale di tecnologia litografica agli ultravioletti estremi (EUV). Gli EUV sono fondamentali per la produzione della nuova generazione di semiconduttori, su cui aziende tecnologiche statunitensi e cinesi, nonché la Samsung coreana, sono in competizione per immetterla sul mercato per primi. È noto che il principale produttore cinese di semiconduttori SMIC ordinò tecnologia EUV per 120 milioni di dollari all’ASML, per una consegna programmata all’inizio del 2019. Dopo l’incendio, ASML annunciò ritardi sulla spedizione dei prodotti, in particolare all’inizio del 2019.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Nessun commento:

Posta un commento