L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 10 gennaio 2019

5G - La Cina è più avanti degli Stati Uniti. Il vero motivo della guerra commerciale cercare di fermare i cinesi nel loro sviluppo

WIRELESS
In Cina la prima stazione della metropolitana connessa in 5G

Nel bel mezzo della Cina, a Chengdu, nella provincia del Sichuan, notizie ufficiali circolano sull’attivazione della connessione 5G per i passeggeri della metro della linea 10 alla fermata Taipingyuan.

di Federica Di Martino | 9 gennaio 2019, ore 12:00


Nel bel mezzo della Cina, a Chengdu, nella provincia del Sichuan, notizie ufficiali circolano sull’attivazione della connessione 5G per i passeggeri della metro della linea 10 alla fermata Taipingyuan.

È la prima rete con sistema di distribuzione interna digitale 5G basata sulla banda di frequenza di 2,6 GHz attiva in una metropolitana. Le precedenti stazioni base 5G che sono state installate principalmente all’aperto per espandere l’ampiezza della rete 5G.

Il sistema di distribuzione indoor focalizzato sulla copertura in profondità consentirà al segnale di raggiungere ogni angolo della stazione.

Già lo scorso anno Chengdu è stata la prima zona di sperimentazione 5G del paese.

Secondo il Ministero dell’Industria e dell’Information Technology (MIIT), la Cina applicherà la tecnologia 5G ai dispositivi terminali già nella seconda metà del 2019, portando alla commercializzazione primaria della tecnologia nel futuro più prossimo.

Tutti i Paesi che hanno investito maggiormente nella connessione 5G come Stati Uniti, Giappone, Corea del Sud non sono al pari della Cina, che guarda già al 6G.

La spesa per le infrastrutture e la densità dei grattacieli che stanno ad evidenziare il balzo in avanti cinese, mettono in luce come anche nelle prime fasi di implementazione del 5G la Cina stia superando gli Stati Uniti.

Nessun commento:

Posta un commento