Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista

Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista
La ragione di ciò sta nel fatto che la cuspide del potere di queste due nazioni (Francia e Germania) comprende benissimo che la crisi strutturale di quei capitalismi perdura, si accresce, e non è domata dalla retorica europeista. La deflazione ordo-liberista erode i margini, fa scendere i tassi di profitto, rende più difficile la circolazione del capitale fisso e la finanza può far crescere qualche rendita, ma non crea lavoro, né prospettive per il giovane proletariato franco-tedesco. La circolazione del capitale si blocca e allora si ricorre al naturale e normale espediente che è il protezionismo. Ma questo scardina le basi stesse della struttura tecnocratica europea. Butta nel fango i trattati di Maastricht e di Lisbona, trasforma in canzoni da melodramma le recite neo liberiste. Giulio Sapelli http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2017/8/27/GEO-FINANZA-Dalla-Cina-alle-cicale-la-Germania-prepara-il-terremoto-dell-Ue/779737/

L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 1 febbraio 2019

La Sharia - domina in Indonesia

31/01/2019, 15.54
INDONESIA

Aceh, adolescenti fustigati: niente coccole in pubblico

Inferte ai due fidanzatini 17 frustate ciascuno. Circa il 98% dei cinque milioni di residenti di Aceh sono musulmani. La sharia è entrata in vigore intorno al 2005 in seguito a un accordo di pace. Un nuovo regolamento vieta la fustigazione pubblica, misura tuttavia diffusa


Jakarta (AsiaNews/Agenzie) – Le autorità di Banda Aceh, capoluogo della provincia indonesiana di Aceh – “territorio speciale” dell’isola di Sumatra dove vige la sharia –, oggi hanno ordinato la fustigazione di una coppia di adolescenti, sorpresi a scambiarsi effusioni in pubblico. Secondo la legge islamica, “le coccole” fanno parte di una serie di reati (come gioco d'azzardo, consumo di alcolici o rapporti extraconiugali) punibili con uno specifico numero di colpi di canna. Di fronte a centinaia di cittadini esultanti, il giustiziere ha inferto ai due fidanzatini, entrambi 18enni, 17 frustate ciascuno. I ragazzi avevano già trascorso alcuni mesi in carcere.

Circa il 98% dei cinque milioni di residenti di Aceh sono musulmani. La sharia è entrata in vigore intorno al 2005 in seguito a un accordo di pace fra Jakarta ed il Movimento per la liberazione di Aceh (Gam), gruppo separatista islamico. I non musulmani possono di solito scegliere se essere puniti o no sotto la legge islamica e talvolta scelgono una dolorosa fustigazione per evitare un lungo procedimento giudiziario e la prigione.

Lo scorso aprile, la regione, l'unica a seguire la legge islamica nel Paese musulmano più popoloso al mondo, ha approvato un regolamento secondo cui i condannati devono esser frustati solo dietro le mura della prigione. “Questa (legge) è per soffocare la protesta, per attutire l'islamofobia”, ha dichiarato al tempo il governatore di Aceh, Irwandi Yusuf. “Non vogliamo – ha proseguito – che essa interferisca con gli affari esteri (dell'Indonesia)”. Ciò nonostante, a livello locale le autorità continuano a disporre della fustigazione pubblica come misura punitiva comune, come nel caso dei due fidanzatini.

http://www.asianews.it/notizie-it/Aceh,-adolescenti-fustigati:-niente-coccole-in-pubblico-46129.html

Nessun commento:

Posta un commento