L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 11 maggio 2019

Gli ebrei in Palestina sono invasori, un cancro da estirpare

Israele promette di eliminare gli S-300 consegnati dalla Russia, se la Siria li usa contro la sua aviazione


Israele ha tutto l'arsenale necessario per attaccare Hezbollah in Libano ed eliminare la minaccia iraniana in Siria, si è vantato il capo uscente del forze armate del regime israeliano, avvertendo Damasco di non usare gli S-300 per proteggere la sua sovranità.

"Se la nostra libertà di movimento è minacciata, rimuoveremo la minaccia. Sappiamo come farlo ", ha dichiarato il generale, capo uscente del Comando nord delle forze armate del regime israeliano, IDF, Yoel Strick a Ynet News, aggiungendo che Israele introdurrà presto "sistemi d'arma avanzati "per garantire che possa continuare a violare lo spazio aereo degli Stati limitrofi e colpire con impunità gli obiettivi in ??Siria.

Se i siriani impiegano gli S-300 russi contro i nostri aerei e li eliminiamo, sarà vista come una mossa legittima da parte nostra, ha avvertito Strick. 

Pur riconoscendo che una mossa così drastica potrebbe danneggiare i rapporti di Tel Aviv con Mosca, Strick ha espresso la speranza che non si verifichino.

Mosca aveva rifornito la Repubblica araba di sistemi di difesa aerea S-300 dopo l'abbattimento di un aereo da ricognizione russo Il-20 con a bordo 15 aviatori a metà settembre del 2018, durante un raid israeliano.

Mosca ha anche avvertito Israele che sopprimerà tutti i sistemi di navigazione satellitare, i radar e i sistemi di comunicazione degli aerei da combattimento sul Mar Mediterraneo se le sue manovre minacciano le forze russe.

Da allora, Israele ha messo in scena le sue incursioni attraverso il Libano, dove lo Stato ebraico sta cercando di tenere sotto controllo Hezbollah. 

Hezbollah è inseparabile dal Libano come paese, a causa della forte presenza politica del gruppo militante, ha affermato il generale israeliano.

Così, ha affermato, "se dipendesse da me, consiglierei di dichiarare guerra al Libano e ad Hezbollah" - non per sete di sangue ma solo per contrastare il presunto complotto del gruppo di "invadere" Israele.

Fonte: Ynet
Notizia del: 11/05/2019

Nessun commento:

Posta un commento