L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 15 luglio 2019

Diritto internazionale fottiti - i britannici invadono la Siria con i loro soldati e poi come cagnolini obbediscono al padrone statunitense che arbitrariamente ha deciso, oltre ai danni della guerra voluta, anche di strozzare economicamente la società siriana. Canaglie è dir poco

ROMA
Gb, garanzie per riconsegna petroliera

Lo ha detto Hunt a Zarif. Rilasciati membri equipaggio arrestati

13 Luglio 2019


ROMA, 13 LUG - La petroliera iraniana Grace 1, sequestrata alcuni giorni fa al largo di Gibilterra, potrà essere riconsegnata a Teheran 
se ci sarà la garanzia che non fornirà greggio alla Siria, 
rispettando così le sanzioni Ue. Lo ha detto il ministro degli Esteri britannico Jeremy Hunt in un colloquio con il collega iraniano Mohammad Javad Zarif. "Ho appena parlato con il ministro Zarif - spiega Hunt su Twitter - Colloquio costruttivo. L'ho rassicurato che la nostra preoccupazione era la destinazione e non l'origine del petrolio sulla Grace 1 e che il Regno Unito faciliterà il rilascio della nave se riceveremo garanzie che non andrà in Siria, in seguito ad un giusto processo nei tribunali di Gibilterra". Nel frattempo, le autorità hanno rilasciato su cauzione il capitano e tre membri dell'equipaggio della petroliera, senza specificare le accuse. La tensione tra Londra e Teheran è alta dopo il tentato fermo della petroliera britannica Heritage nello Stretto di Hormuz, attribuito ai Pasdaran dai britannici e dagli Usa.

Nessun commento:

Posta un commento