L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 14 agosto 2019

Stretto di Hormuz - 2018 - 87 miliardi l'Arabia Saudita, 22 miliardi gli Emirati Arabi contro i 16 miliardi dell'Iran in armamenti. La regione del Golfo è diventata una polveriera e le navi statunitensi con al seguito gli ebrei sono l'esca per l'esplosione

Iran, Usa rendono Golfo una polveriera

Lo afferma Zarif in un'intervista ad al Jazeera Tv


© ANSA/EPA

Redazione ANSATEHERAN
13 agosto 201914:58NEWS

(ANSA) - TEHERAN, 13 AGO - Il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha accusato gli Stati Uniti di trasformare la regione del Golfo in una "polveriera pronta a esplodere", stando ad un'intervista concessa ad Al Jazeera TV.
"Lo stretto di Hormuz è piccolo e se la presenza di imbarcazioni straniere aumenta diventerà meno sicuro", ha detto Zarif, sottolineando che solo lo scorso anno gli Usa hanno venduto armi per 50 miliardi di dollari ai paesi della regione, e alcuni di questi, che hanno un terzo della popolazione iraniana, hanno speso 87 miliardi di dollari in approvvigionamento militare. Zarif ha rimarcato che l'Iran ha speso lo scorso anno 16 miliardi di dollari per le sue forze armate, a fronte di una spesa di 22 miliardi di dollari degli Emirati e 87 miliardi dell'Arabia Saudita. Il ministro iraniano ha insistito che se si parla di minacce provenienti dalla regione, dovrebbe essere chiaro che queste scaturiscono dagli Usa e dai suoi alleati, che riempiono l'area di armi trasformandola in una polveriera.

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2019/08/13/iran-usa-rendono-golfo-una-polveriera_cdc8222f-91c3-4aed-873a-d9e2ab8e84cf.html

Nessun commento:

Posta un commento