L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 16 settembre 2019

Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei, questo è Sgarbi. Uniti disperati vogliosi delle poltrone regionali, centrodestra disposto ad imbarcare tutti

Regionali, l’endorsement di Sgarbi: «Centrodestra punti su Occhiuto»

Lo storico e critico d'arte spinge sul sindaco di Cosenza: «Lo sosterrò con la lista Rinascimento»
di Redazione 

lunedì 16 settembre 2019 10:59

Sgarbi e Occhiuto

Endorsement di Vittorio Sgarbi per Mario Occhiuto. Lo storico e critico d'arte ha chiesto infatti che il centrodestra si ricompatti, in vista delle imminenti elezioni regionali in Calabria, sul nome dell’attuale sindaco di Cosenza, per il quale aveva ricoperto in passato il ruolo di assessore con delega al Centro storico.

«In Calabria - osserva Sgarbi - un centrodestra unito è la garanzia di una vittoria. Questa condizione può essere facilmente trovata nell'indicazione di Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza, quale candidato unitario, superando logiche di partito: l'esperienza amministrativa di Cosenza, da tutti riconosciuta come positiva per efficienza e grandi progetti portati a termine, è da indicare come modello per il Governo della Regione Calabria, fino ad oggi guidata dal centro sinistra».

Aggiunge Sgarbi: «È una prospettiva che ho già indicato alle altre forze politiche, compresa la Lega, che qui oggi ha un ruolo determinante. Altre soluzioni - spiega - rischierebbero solo di favorire un funesto accrocco, come pare si stia preparando, tra Pd e 5 Stelle, cioè tra chi ha governato in questi anni la Regione Calabria, e chi, invece, aspira a farlo, ma non ha la benché minima idea di come fare, come dimostrano tutte le amministrazioni a guida 5 Stelle, prima fra tutte quella disastrosa della Raggi a Roma».

Sgarbi annuncia, infine, che intende presentare, a sostegno della candidatura di Occhiuto, la lista Rinascimento, il movimento politico da lui fondato nel 2017.

Nessun commento:

Posta un commento