L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 21 novembre 2019

Diritto internazionale fottiti gli ebrei palestinesi feccia

Mosca condanna gli attacchi di Israele contro la Siria: "Sono scorretti e contro il Diritto internazionale"


L'attacco lanciato dagli aerei israeliani contro Damasco ha lasciato diversi morti tra la popolazione civile, secondo i media siriani

Il ministero degli Esteri russo ha dichiarato che l'attacco aereo israeliano della scorsa notte alla periferia di Damasco è un passo "sbagliato" che contraddice il diritto internazionale. 

"Studieremo le circostanze, ma tutto ciò è molto scorretto", ha dichiarato il vice cancelliere russo rappresentante speciale della Russia per il Medio Oriente e i paesi africani, Mikhail Bogdanov.

Le difese aeree del paese arabo sono state in grado di distruggere la maggior parte dei missili lanciati dagli aerei israeliani contro la capitale siriana prima che raggiungessero i loro obiettivi.

L'agenzia siriana SANA ha riferito che due civili sono rimasti uccisi e molti altri sono rimasti feriti nell'attacco. L'agenzia ha pubblicato un video che mostra il presunto momento in cui il sistema di difesa antiaerea siriano ha intercettato un proiettile nel cielo.

Notizia del: 20/11/2019

Nessun commento:

Posta un commento