L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 4 novembre 2019

L'economia mondiale non sta bene - agli Stati Uniti sono saltati i nervi e ha iniziato il protezionismo cercando di scaricare la crisi sugli altri paesi, ma ASEAN, Cina, Giappone, Corea del Sud fanno fronte unito

Bangkok, riunione tra i leader di ASEAN, Cina, Giappone e Corea del Sud

Inizialmente, i membri dell'Associazione sono stati cinque: Malesia, Indonesia, Thailandia, Singapore, Filippine. Solo nel 1984, il paese – i partecipanti ASEAN ha nei suoi ranghi dello Stato del Brunei Darussalam.
Nel 1995, il Vietnam è stato aggiunto nel 1997 – Myanmar e Laos, e nel 1999 – Kambozhda. Al momento, i paesi – membri dell'ASEAN dispone di dieci membri della sua associazione. Inoltre Papua – Nuova Guinea, con lo status di osservatore speciale.

  

Bangkok, riunione tra i leader di ASEAN, Cina, Giappone e Corea del Sud


2019-11-04 17:37:15

Lunedì 4 novembre a Bangkok, in Thailandia, il premier cinese Li Keqiang ha preso parte alla 22esima riunione tra i leader di ASEAN e Cina, Giappone e Corea del Sud.
Nel suo intervento, Li Keqiang ha affermato che attualmente la situazione internazionale ha subito profondi e complessi cambiamenti, che la crescita economica mondiale risulta rallentata, con una maggiore tendenza al protezionismo e con conseguenti nuovi rischi e sfide allo sviluppo dei Paesi dell'Asia orientale. Per questo motivo, secondo il premier cinese, i paesi dell’ASEAN insieme a Cina, Giappone e Corea del Sud sono chiamati ad assumersi la responsabilità di rafforzare l'unità e la cooperazione per resistere insieme alle sfide e ai rischi, per espandere lo spazio di sviluppo e per infondere nuova energia cinetica alla crescita dell’economia mondiale e regionale.

Nessun commento:

Posta un commento