L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 27 novembre 2019

Prima li si abitua a usare il glifosato ed atre porcherie simili e poi per mera convenienza li si vieta senza creare alternative valide. Le giravolte e i tradimenti dei politici

ESTERO
La protesta dei contadini in Germania, migliaia di trattori invadono Berlino

14:37, 26 novembre 2019

Oltre cinquemila mezzi per le strade della capitale tedesca contro la nuova politica agraria del governo


Migliaia di trattori hanno invaso questa mattina Berlino, per la grande manifestazione degli agricoltori arrivati da tutta la Germania. L’appuntamento è alla Porta di Brandeburgo, per quella che si annuncia come una protesta spettacolare contro la politica agraria del governo tedesco. A quanto riferito dalla polizia di Berlino e del Brandeburgo, sono 5.095 i trattori che sono stati “accompagnati” dalle forze dell’ordine attraverso le campagne fino alla capitale, creando a tratti convogli lunghi quasi 20 chilometri. Già dal mattino degli imponenti veicoli avevano parcheggiato da ambo i lati della Porta di Brandeburgo. Sulle strade per Berlino si sono anche verificati alcuni incidenti. 

La polizia del Land de Brandeburgo ha avvisato via Twitter gli automobilisti: “Tentate sorpassi solo in punti in cui è visibile l’intero tratto di strada”. A spingere i contadini alla protesta una serie di misure che prevedono una stretta relativa alla difesa dell’ambiente, a difesa degli insetti e limitazioni di fertilizzanti allo scopo di preservare le falde acquifere: a detta degli animatori della protesta, si tratta di misure che mettono a rischio la stessa sopravvivenza delle aziende agricole tedesche.

Nessun commento:

Posta un commento