L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 27 novembre 2019

Roma - L'imbecille del Nord invece di criticare sempre faccia proposte, attendiamo con trepidazione


Roma, caos rifiuti: Salvini contro l'ordinanza di Virginia Raggi

Rifiuti alla discarica di Civitavecchia, Salvini attacca Virginia Raggi sul caos rifiuti nella Capitale

Salvini: 'Zingaretti e Raggi sono due sciagure'

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza per consentire ad Ama, la municipalizzata che si occupa della raccolta dei rifiuti, di conferire altre mille tonnellate al giorno alla discarica di Civitavecchia. Il provvedimento serve per scongiurare il caos rifiuti nella Capitale, dopo la chiusura il 9 novembre scorso dell’impianto di Colleferro a causa di un grave incidente sul lavoro.

L’ordinanza, si legge in una nota di Roma Capitale, “sarà valida per il tempo strettamente necessario alla riapertura della discarica di Colleferro”.

Secondo quanto riferisce ‘Il Messaggero’, era stata la stessa Raggi a proporre questa soluzione per affrontare l’emergenza, dopo un confronto tra Comune, Regione Lazio e Ministero dell’Ambiente.

Contro il provvedimento assunto dalla sindaca si è scagliata la Lega: “Assistiamo all’ennesimo teatrino Raggi-Zingaretti. E a pagare sono i cittadini di Civitavecchia”, ha dichiarato il deputato Claudio Durigon, coordinatore leghista di Roma e provincia.

Matteo Salvini ha commentato così su Twitter: “Presto andrò a Civitavecchia che il sindaco Raggi vuole invadere con l’immondizia che sommerge Roma, per incapacità sua e di Zingaretti”.

“Di fronte al rischio di un’emergenza sanitaria – continua il leader leghista – per le tonnellate di rifiuti che ormai non vengono nemmeno più raccolti dalle strade mentre scoppia l’ennesimo scandalo Ama è inconcepibile pensare che la soluzione sia il trasferimento da una discarica a un’altra. Pochi fatti e troppe chiacchiere: noi saremo giovedi 28 al teatro Italia a Roma per presentare un nuovo modello di città che funzioni”.

VIRGILIO NOTIZIE | 25-11-2019 16:36

Fonte foto: AnsaSalvini a Roma per chiedere dimissioni Raggi: accolto con mojito

Nessun commento:

Posta un commento