L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 11 dicembre 2019

Diciotto anni di invasione dell'Afghanistan un risultato certo è stato ottenuto un fiume di eroina negli Stati Uniti i primi consumatori gli emarginati

Sparatoria negli Stati Uniti, sei morti in un supermarket: uccisi i due sospettati

- 11/12/2019

Sparatoria negli Stati Uniti ed ennesimo atto che ha portato terrore tra la popolazione, questa volta del New Jersey

Sparatoria negli Stati Uniti

Un grave bilancio quello della sparatoria negli Stati Uniti, l’ennesima di quest’anno. Il New Jersey è protagonista di questa terribile vicenda: ecco cosa è accaduto

Sparatoria in un supermercato

Secondo i media locali e come hanno raccontato gli inquirenti, la vicenda sarebbe nata dal cimitero del New Jersey. Gli agenti di polizia hanno intercettato due sospettati – uomo e donna – all’interno di un furgone tipico per i traslochi U-Haul (si prendono in affitto).

Secondo gli agenti quelle erano le due persone coinvolte in un omicidio e, sempre secondo le prime indiscrezioni degli inquirenti, anche in un traffico di droga. L’operazione è quindi partita dal cimitero con la fuga dei due sospettati verso la zona residenziale a pochi passi da Manhattan.

Le due persone si sono rifugiate dentro un supermercatino e hanno aperto il fuoco all’interno del locale e verso l’esterno, mandando le finestre in frantumi. Sul posto sono arrivate le forze speciali di polizia e l’operazione è andata avanti per due ore: gli stessi sono poi riusciti a neutralizzare i sospettati.

Il bilancio dei morti è di sei persone. Oltre ai due killer anche un poliziotto e tre clienti del supermercato.

Il Presidente Trump è stato messo al corrente e al momento si seguono tutte le piste, anche se non credono sia un atto terroristico bensì una fuga per droga e/o omicidio. Il supermercatino è stato usato a caso e i due killer hanno sparato all’impazzata, senza mirare direttamente le persone coinvolte tra morti e feriti.

Nessun commento:

Posta un commento