L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 2 dicembre 2019

Gli ebrei palestinesi finiranno di fre sopprusi solo quando non resterà più niente ai palestinesi. Topi che rosicchiano terra e acqua

Israele vuole ampliare la presenza ebraica a Hebron

QUESTO CONTENUTO È STATO PUBBLICATO IL 1 DICEMBRE 2019 13.5801 DICEMBRE 2019 - 13:58


Il ministro della difesa israeliano Naftali Bennett ha ordinato la progettazione di un nuovo rione ebraico nella zona del mercato all'ingrosso di Hebron (Cisgiordania).

KEYSTONE/EPA/ABIR SULTAN(sda-ats)

Il ministro della difesa israeliano Naftali Bennett ha ordinato oggi la progettazione di un nuovo rione ebraico nella zona del mercato all'ingrosso di Hebron (Cisgiordania), i cui edifici saranno distrutti per far posto ad altri nuovi con negozi.

I diritti dei commercianti arabi saranno garantiti, assicura il ministero della difesa: essi riceveranno locali nuovi al piano terra del nuovo progetto edile.

L'obiettivo - spiega il ministero - è di creare continuità territoriale fra la Tomba dei Patriarchi (un luogo di culto sacro ai musulmani e agli ebrei) e il vicino rione ebraico Avraham Avinu. In questo modo, secondo il ministro, sarà possibile raddoppiare il numero degli israeliani residenti in città.

Hebron è suddivisa in due settori: H1, sotto controllo dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), con oltre 200'000 abitanti; e H2, sotto controllo israeliano, dove abitano 750 ebrei e alcune migliaia di palestinesi. I progetti in questione riguardano il settore H2.

Nessun commento:

Posta un commento