L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 2 dicembre 2019

Hong Kong è parte integrante della Cina, non capire questa verità così elementare denota malafede e gli statunitensi hdimostrano quotidianamente la loro inaffidabilità

Hong Kong: Cina sospende le visite navi da guerra Usa
Sanzioni anche a Ong americane dopo firma Trump al Democracy Act

Una immagine di protesta a Hong Kong © ANSA/EPA

Redazione ANSAPECHINO
02 dicembre 201913:02NEWS

La Cina reagisce alla firma della scorsa settimana del presidente Usa Donald Trump all'Hong Kong Human Rights and Democracy Act, le misure a sostegno delle proteste in corso da quasi sei mesi, annunciando la sospensione delle autorizzazioni alle visite di "riposo e recupero" alle navi da guerra americane nell'ex colonia. Lo ha comunicato in conferenza stampa la portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying, aggiungendo che ci saranno anche sanzioni alle Ngo americane sul ruolo avuto delle turbolenze della città.

Le misure annunciate oggi sono state adottate in risposta "al comportamento irragionevole della parte Usa": il governo cinese ha deciso di "sospendere la revisione delle applicazione delle navi da guerra americane per la visita a Hong Kong di recupero, a partire da oggi", ha detto Hua.
"La Cina sollecita gli Stati Uniti a correggere i suoi errori, a fermare ogni azione e atti di interferenza negli affari di Hong Kong e negli affari interni della Cina", ha aggiunto la portavoce nel corso della conferenza stampa del pomeriggio.

Quanto alle Ong, le sanzioni puntano a colpire quelle che hanno agito "male" sulle turbolenze che hanno interessato l'ex colonia britannica.

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2019/12/02/hong-kong-cina-sospende-le-visite-navi-da-guerra-usa-_326c1563-283a-4d19-87ec-e4e70eee903b.html

Nessun commento:

Posta un commento