L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 13 gennaio 2020

Afghanistan - hanno invaso da ottobre del 2001 queste terre che non li amano non li vogliono

Afghanistan, bomba su convoglio degli Stati Uniti: due soldati uccisi


Di Marilyn Aghemo
- 11/01/2020

Ci sono due soldati uccisi in Afghanistan per una bomba lanciata su un convoglio americano. Ecco la situazione in essere



Afghanistan

Un convoglio Usa in Afghanistan è stato attaccato e fatto esplodere: due soldati sono morti sul colpo.
Soldati Usa uccisi da una bomba nel convoglio

Si tratta di una bomba lasciata sul ciglio della strada che ha colpito e ucciso un convoglio americano uccidendo due militari Usa. Come riporta anche il Sole 24 Ore, le notizie in merito sono frammentarie.

La tragedia è accaduta oggi in Kandahar e a riportare la terribile notizia è stata la Nato e un funzionario afghano.

In questo periodo vige una tregua invernale dovuta alle forti nevicate che si registrano sulle montagne: in questi siti ci sono i talebani che riposano e si riuniscono al fine di essere pronti le offensive che partono dalla primavera. Nonostante questo ci sono bombe posizionate ai lati delle varie strade proprio per colpire le forze afghane e di tutti gli alleati stranieri.

Cosa è successo ai due soldati americani?

Il funzionario militare afghano ha fatto sapere che l’esplosione è avvenuta a Dand, ed è proprio lì che l’ordigno è esploso una volta che il convoglio è passato da quella strada specifica. A seguito dell’incidente le truppe straniere hanno prontamente isolato tutta la zona e fatto in modo che le forze territoriali fossero lontano dalla scena.

Nello stesso tempo il funzionario Nato ha detto che nelle prossime ore potrebbero emergere ulteriori dettagli, ma per ora non sembrano esserci novità in merito.

Il portavoce talebano Ahmadi ha rivendicato l’attacco evidenziando che tutti i soldati all’interno del veicolo sarebbero morti: mentre in realtà il numero registrato sarebbe di due vittime.


https://www.lettoquotidiano.it/afghanistan-bomba-stati-uniti-soldati-uccisi/40151/

Nessun commento:

Posta un commento