L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 10 febbraio 2020

Gli ebrei-palestinesi sionisti feccia dell'umanità impediscono ai palestinesi anche di commerciare. Schiacciano questo popolo in tutti i modi


Israele blocca export palestinese 

Si inasprisce la 'guerra commerciale' Stato ebraico-Anp 


Redazione ANSA
09 febbraio 202014:40NEWS

(ANSAmed) - TEL AVIV, 9 FEB - La 'guerra commerciale' fra Israele e Autorità nazionale palestinese - iniziata 5 mesi fa con la decisione di Ramallah di non importare più vitelli da Israele - si è inasprita oggi con l'annuncio di Israele che avrebbero vietato le esportazioni di prodotti agricoli palestinesi attraverso il ponte di Allenby, principale valico di transito verso la Giordania e altri Paesi arabi.

Il Cogat - l'unità del ministero della difesa che coordina le attività civili in Cisgiordania - afferma che il boicottaggio dell'esportazione di vitelli da Israele alla Cisgiordania ha arrecato un danno grave e che se esso sarà rimosso anche le esportazioni dei prodotti agricoli palestinesi torneranno alla normalità. Tarek Abu Laban, dirigente del ministero dell'agricoltura palestinese, ha detto all'agenzia Wafa che il valore complessivo annuale dei prodotti agricoli in questione è di 100 milioni di dollari. "Quei prodotti possono essere assorbiti dal mercato locale ed in questo modo è possibile limitare i danni".

Nessun commento:

Posta un commento