L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 10 febbraio 2020

La Turchia della fratellanza Musulmana di Erdogan costretta a gettare la maschera, apre troppi fronti contemporaneamente, difficile far fronte a tutti gli impegni

Quasi 200 veicoli militari turchi entrano nella provincia di Idlib con l'obiettivo di fermare l'offensiva di Damasco


Un convoglio di con attrezzature militari turche ha attraversato il confine con la Siria oggi ed è entrato nel Governatorato di Idlib, secondo quanto riportato da Sky News Arabia.

Secondo il rapporto, il convoglio era costituito da carri armati, veicoli corazzati e altri che trasportavano munizioni.

Il canale televisivo Al Mayadeen ha riferito che i membri dell'opposizione armata siriana a Idlib e Aleppo hanno iniziato a spostare le loro famiglie ad Afrin, situata a nord del Governatorato di Aleppo vicino al confine con la Turchia.

Il rapido avanzamento dell'esercito siriano verso le aree meridionali di Idlib ha fatto infuriare e la Turchia, la quale sostiene i miliziani che combattono contro le forze governative.

Il canale televisivo Al Mayadeen ha riferito in precedenza che 195 pezzi di equipaggiamento militare turco, inclusi veicoli corazzati e carri armati, nonché camion che trasportavano munizioni, hanno attraversato il confine con la Siria il 2 febbraio scorso. Lunedì scorso, un altro convoglio militare si è diretto a Idlib.

Notizia del: 09/02/2020

Nessun commento:

Posta un commento