L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 17 aprile 2020

Gli abitanti siriani non amano gli invasori statunitensi

Ennesimo blocco di Esercito siriano e civili che impediscono il passaggio di un convoglio militare USA nel nord est della Siria


Per la seconda volta in due settimane, un convoglio militare americano è stato intercettato dall'esercito arabo siriano (SAA) e dai residenti di un villaggio nel distretto di Qamishli, nord est della Siria

Secondo una fonte locale citata dal portale Al Masdar News, l'esercito siriano e i residenti di Abu Qusayb si sono radunati in questo villaggio, dove si sono rifiutati di consentire ai militari statunitensi di accedere alla carreggiata in questa parte del Governatorato di Hasaka.

La fonte ha aggiunto che il convoglio di soldati satunitensi è stato costretto a voltarsi e tornare alla sua base dopo un breve scontro tra le loro forze e l'esercito arabo siriano.

Non si è verificato nessuno scambio di fuoco e nessuno rimase ferito; tuttavia, la fonte ha aggiunto che i residenti erano più aggressivi degli stessi eserciti, poiché si rifiutavano di consentire agli americani di accedere alla carreggiata attraverso il loro villaggio.

Gli abitanti di Abu Qusayb si sono uniti alle persone del vicino villaggio di Hamo per impedire alle forze armate statunitensi di accedere alla carreggiata nelle loro aree.

In passato, gli abitanti del villaggio di Hamo si sono radunati ripetutamente lungo la strada per impedire ai convogli e alle pattuglie statunitensi di attraversare il distretto di Qamishli.

Nessun commento:

Posta un commento