L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 5 maggio 2020

I carabinieri continuano ad arrestare i 'ndranghetisti, poi ci pensano i togati&istituzioni malate a liberarli

Arrestato latitante di 'ndrangheta
Bloccato dai carabinieri nel Vibonese,è ritenuto a vertici cosca


Redazione ANSAVIBO VALENTIA05 maggio 202011:26NEWS

(ANSA) - VIBO VALENTIA, 5 MAG - I carabinieri hanno arrestato il latitante Gregorio Giofrè, di 57 anni, ricercato dal dicembre scorso nell'ambito dell'operazione Rinascita-Scott, condotta dal Ros e dal Comando provinciale di Vibo Valentia e coordinata dalla Dda di Catanzaro contro le maggiori cosche di 'ndrangheta del Vibonese e che ha portato all'arresto di oltre 300 persone.
Giofrè, secondo l'accusa, sarebbe un esponente apicale della locale di San Gregorio d'Ippona, imparentato con Rosario Fiarè, storico capo locale, attualmente ai domiciliari. L'uomo è stato arrestato nella notte nel corso di un intervento in un'abitazione rurale nella campagne di contrada Batia di San Gregorio d'Ippona dai carabinieri del Ros, del Comando provinciale di Vibo e dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria coordinati dalla Dda di Catanzaro. L'abitazione in cui si era nascosto il latitante è di proprietà di un soggetto ritenuto vicino alla cosca ed era munita di un complesso dispositivo di video-sorveglianza.

Nessun commento:

Posta un commento