L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 18 giugno 2020

17 giugno 2020 - Perchè Facebook accerchia l'Africa?



1. Perchè Facebook accerchia l'Africa? Introduzione di Margherita Furlan
2. Perchè Facebook accerchia l'Africa? Commento di Manlio Dinucci
3. Alta tensione tra Cina e India di Mattia Lugarà
4. Trump ritira 10mila soldati dalla Germania di Jeff Hoffman
5. Siria affamata dalle nuove sanzioni USA di Berenice Galli
6. Si rafforzano le relazioni bilaterali tra Iran e Russia di Margherita Furlan
7. Sono tutti Black Lives Metter, solo che sono contro gli afroamericani di Jeff Hoffman
8. Palestina "riserva indiana" d'Israele di Berenice Galli
9. Cile: rinnovato lo "stato di catastrofe" di Margherita Furlan
10. Ungheria: Orban senza "pieni poteri" di Margherita Furlan
11. L'ingegneria biologica e la fine dell'essere umano di Michele Manfrin
12. Il Comune di Livorno sede distaccata del Pentagono di Jeff Hoffman

Nessun commento:

Posta un commento